Torre del Cerrano: varata imbarcazione per la sorveglianza del parco marino

E’ stata varata ieri a Silvi la nuova imbarcazione dell’Area marina protetta (AMP) Torre del Cerrano. 

La cerimonia di lancio si è svolta nelle acque antistanti l’Ufficio locale marittimo, in occasione della programmata ispezione dei fondali dell’AMP dal nucleo sommozzatori della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto. Erano presenti il presidente dell’AMP Torre del Cerrano Benigno D’Orazio, il consigliere Orazio Di Febo e il Maresciallo Antonio Fusco. Il natante, di 5 metri di lunghezza con motore Yamaha da 100 cavalli, che effettuerà il servizio di sorveglianza del Parco Marino, è stato acquistato dall’AMP con i proventi realizzati dalla Cerrano Trade nel corso della stagione turistica. 

Il presidente Benigno D’Orazio, anche nella sua qualità di amministratore della società commerciale, esprime grande soddisfazione: “Un’imbarcazione è indispensabile per un’area protetta; il Consorzio di Gestione, pur non avendo disponibilità economica – afferma – è riuscito ad acquistare questo mezzo, grazie alla brillante attività svolta dalla Cerrano Trade. Si tratta della plastica dimostrazione che anche le cosiddette attività commerciali sono sempre finalizzate – in termini di autofinanziamento – a perseguire gli obiettivi istituzionali dell’AMP in chiave di conservazione della natura e sviluppo sostenibile”. 

In occasione del varo il presidente D’Orazio e il Maresciallo Fusco hanno convenuto sulla necessità di lavorare sempre più in sinergia per la salvaguardia ambientale, nonostante le criticità dovute alla mancanza di un porticciolo di attracco, che consentirebbe di effettuare tempestivi interventi. E’ stata prospettata da entrambi la stipula di una convenzione per l’utilizzo congiunto del nuovo natante e per l’occasione il team di esperti sommozzatori ha effettuato una ricognizione dei fondali nella zona B del AMP, quella soggetta alla massima protezione, al fine di verificare lo stato della flora e fauna dei fondali. L’immersione è avvenuta a circa un miglio dalla costa di fronte a Torre Cerrano sotto l’osservazione diretta del presidente D’Orazio e del Maresciallo Fusco e con il supporto di una motovedetta della Guardia Costiera. L’ispezione ha evidenziato un buona presenza di pesce e una diversità di specie ittiche. D’Orazio ha sottolineato l’importanza di dotare il Parco di una imbarcazione “che non soltanto sarà utilizzata per garantire la sicurezza dei bagnanti e degli utenti del mare in generale, ma anche e soprattutto per effettuare controlli preventivi al fine di tutelare l’ecosistema marino del Parco del Cerrano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *