Disabili: la Regione approva risoluzione per le barriere architettoniche

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità una risoluzione che impegna il Presidente della Regione Gianni Chiodi e la Giunta regionale a non inserire la riabilitazione ambulatoriale e domiciliare nel taglio dei fondi previsto dal Decreto Commissariale 51, a dare applicazione entro il mese di ottobre alla legge sulla Vita indipendente, ad attivare e convocare la Consulta sulla disabilità entro la fine dell’anno, a finanziare con 2 milioni di euro la legge sulle barriere architettoniche e a dare applicazione, entro 15 giorni, alla legge 1 del 2008 sullo stesso argomento. 

L’approvazione della risoluzione è arrivata dopo l’incontro all’Emiciclo tra i rappresentanti dell’associazione Carrozzine determinate e i membri della Conferenza dei Capigruppo, guidati dal Presidente Claudio Ferrante. I disabili hanno denunciato i tagli di fondi al settore da parte del Governo nazionale e regionale. All’incontro ha partecipato anche il Presidente della giunta regionale, Gianni Chiodi. 

Sono intervenuti anche i rappresentanti delle forze di opposizione. Il Vice Presidente del Consiglio regionale, Giovanni D’Amico, ha proposto di utilizzare “i fondi dell’avanzo sanitario per finanziare la spesa sociale”. Sono intervenuti, infine, Camillo D’Alessandro (Pd), Maurizio Acerbo (Prc), Tonino Menna (Udc) e Marinella Sclocco (Pd).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *