Regione: al voto a maggio 2014 insieme alle europee

Si terranno 25 e 26 maggio 2014 le elezioni regionali in concomitanza con la tornata europea.

Lo ha annunciato il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, che chiarisce la questione della data dell’appuntamento elettorale. “Ho ricevuto un segnale chiaro da parte del Consiglio regionale – ha spiegato il presidente – nel quale mi si invita a convocare il voto privilegiando il risparmio e creando le migliori condizioni per il voto stesso. Mi sono adeguato, nonostante propendessi per novembre». In Abruzzo si votò anticipatamente il 15 dicembre 2008, dopo il terremoto giudiziario che, nell’ambito della sanitopoli abruzzese, portò all’arresto dell’allora governatore, Ottaviano Del Turco.

Secondo quanto si è appreso, Chiodi dovrebbe indire le elezioni per maggio facendo riferimento alla norma nazionale sulla ‘spending review’ che impone il riallineamento delle elezioni per il risparmio di spesa pubblica, nella considerazione che elezioni «solitarie» in Abruzzo costerebbero circa 8 milioni di euro. La legge regionale dispone che sia il presidente della Giunta, sentito il presidente del Consiglio regionale e d’intesa con il presidente della Corte d’Appello, a convocare le elezioni nel periodo che va da un mese prima della scadenza naturale a tre mesi dopo, quindi dal 15 novembre 2013 al 15 marzo 2014. Con il riallineamento i 45 consiglieri regionali rimarranno in carica oltre 5 mesi in più, anche se bisogna considerare che sono 14 i consiglieri che allungheranno la permanenza all’Emiciclo, dato che il nuovo consiglio sarà di 31 componenti. 

“Il risparmio sarà comunque sensibile – ha chiarito Chiodi -. Intanto, sono già in atto chiarimento e approfondimenti sulla natura dell’attività del Consiglio regionale nel periodo di proroga”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *