A Bruxelles Febbo incassa ottimi risultati per l’agricoltura abruzese

 

Dopo cinque ore di confronto, l’assessore Mauro Febbo, è riuscito a centrare l’obiettivo che si era prefisso prima di volare a Bruxelles.

Il titolare dell’assessore alle Politiche agricole della Regione Abruzzo, ha ottenuto l’autorizzazione a rimodulare le varie Misure del Programma, in particolare due assi, l’1 e il 2 “che si

ci autorizzano sulle singole misure dei fondi per cui potremo indire nuovi bandi entro il prossimo mese di dicembre 2013. Un risultato significativo soprattutto per i giovani che rischiavano di restare fuori dai contributi perché per motivi temporali non potevano accedere ai contributi – spiega Febbo -. 

Fino ad oggi, grazie al Programma di Sviluppo Rurale, in Abruzzo sono stati spesi quasi 232 milioni di euro e negli anni sono stati sempre raggiunti, e superati, gli obiettivi fissati dall’Unione europea, con l’Abruzzo che ha fatto registrare performance tra le migliori a livello nazionale (terzo posto). 

Sono soddisfatto perché diamo risposta a tanti giovani. Attraverso la Misura 112 del PSR, destinata appunto ai giovani agricoltori, oltre 1.000 aziende. Ora si aprono nuove prospettive per tanti altri che vogliono investire in agricoltura. L’altro aspetto riguarda la facoltà di spostare l’asse 3, per l’Agriturismo per il quale c’erano a disposizione finanziamenti non sufficienti ad accogliere il gran numero di domande ricevute. Ora ci consente di spostare i fondi. Infine la nuova programmazione: abbiamo dato indicazioni su come vorremmo agire, puntando a potenziare le medie e grandi imprese agricole e l’agricoltura biologica, che potrà portarci ad ottenere risultati importanti sotto l’aspetto economico e in favore di aree interne con duplice risultati di mantenere agricoltura e di conseguenza le popolazioni in quei territori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *