150° anno di fondazione del CAI, manifestazioni a Lanciano

Il Club Alpino Italiano di Lanciano – ONLUS,  ha organizzato per i giorni 11, 12 e 13 ottobre una manifestazione in occasione del 150° anno di fondazione del CAI Nazionale. La manifestazione si svolgerà nell’Auditorium Diocleziano e si articolerà in diverse iniziative: mostra fotografica, fossili della Maiella, convegni, escursioni, arrampicata sportiva, musica di montagna, enogastronomia.

I relatori,  tutti professori noti, conosciuti anche al di fuori della nostra Regione, tratteranno diversi argomenti: il primo giorno, con il paleontologo dott. Andrea Di Cencio e con il biologo e storico del territorio prof. Aurelio MANZI, si parlerà della nascita e crescita della nostra montagna, la Maiella, per capire com’è diventata così come la vediamo oggi; Il secondo giorno, il 12 ottobre, di mattina,lo speleologo Cesare Iacovone illustrerà le grotte delle montagne d’Abruzzo e la particolare fauna cavernicola; nel pomeriggio ci sarà l’intervento del ricercatore dell’Università di Chieti prof. Vittore Verratti, responsabile scientifico di diverse spedizioni,  che ci parlerà di medicina di montagna e acclimatamento. A seguire l’intervento del veterinario, dott. Maurizio D’Amico che, con i suoi rettili vivi, susciterà la curiosità di grandi e piccini; nel primo pomeriggio ci sarà anche un’escursione in bici con percorsi urbani e sterrati nell’hinterland lancianese;    l’ultimo giorno, dopo il trekking urbano organizzato dal FAI e l’intervento degli alpinisti, in particolare di Daniele Nardi (unico alpinista del Centro Sud Italia ad aver  fatto la vetta del K2), il CAI Lanciano aderirà alla proposta del rappresentante regionale di mountain willderness per l’inclusione delle montagne d’Abruzzo nel Patrimonio UNESCO, come grande atto d’amore e di salvaguardia delle nostre montagne.

Nelle giornate di sabato e domenica sarà visitabile il campanile di S. Antonio, 350 gradini da salire per poter godere di un panorama spettacolare sia verso le montagne che sul mare, dal Conero al Gargano. All’interno del campanile è allestita una mostra fotografica sulle spedizioni all’estero (Everest, K2, Alaska, Patagonia) di alcuni soci del CAI di Lanciano.

Tutte le serate saranno allietate da intrattenimenti musicali. In particolare: la serata del primo giorno, venerdì 11, dopo il nostro convegno, lasceremo la sala del Diocleziano al concerto organizzato  per “La notte dei Ricercatori”. Sabato 12 ci sarà il famoso Coro della Portella di L’Aquila e domenica  13 il coro alpino di  Atessa con i loro canti alpini.

L’enogastronomia sarà curata dal GAL Maiella Verde che, con la preparazione di aperitivi, promuoverà 10 prodotti tipici delle nostre montagne che si stanno perdendo.

Infine in piazza Pebliscito, durante i tre giorni di manifestazione, sarà possibile cimentarsi nell’arrampicata sportiva. Infatti, sarà a disposizione del pubblico gratuitamente una torre autoportante per l’arrampicata con professionisti del settore che impartiranno lezioni di base per chi vuole provare ad arrampicare.

Sarà il Presidente Regionale del CAI, dott. Eugenio Di Marzio a chiudere la manifestazione Vivi la montagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *