Omicidio Paganelli, 15 anni di reclusione a Pagano

15 anni e 4 mesi di reclusione. Questa la condanna inflitta a Vito Pagano, il presunto omicida di Albina Paganelli, uccisa nella sua abitazione di San Salvo il 14 agosto 2012. Pagano, assolto dalle accuse di calunnia, è stato condannato anche al risarcimento dei danni con una provvisionale di 10 mila euro a favore delle parti civili costituitesi nel processo, celebrato con rito abbreviato. A dare lettura del dispositivo di sentenza di primo grado è stata il giudice Anna Rosa Capuozzo, dopo due ore di camera di consiglio. Il pm Enrica Medori aveva chiesto 30 anni per l’imputato. Gli avvocati di Pagano, Fiorenzo Cieri e Clementina De Virgiliis del foro di Vasto, avevano chiesto il minimo della pena e l’assoluzione dai reati di calunnia. Albina Paganelli, 68 anni, era stata uccisa nella sua casa di via Fedro a San Salvo con 18 coltellate. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *