“Immigrazione, una risorsa da integrare”:seminario sugli stranieri ed il lavoro a Lanciano

Si è svolto stamattina presso il Polo Museale S. Spirito di Lanciano il seminario “Immigrazione, una risorsa da integrare”, momento informativo di confronto che fa parte del più ampio progetto sociale “Integrarsi Chieti”. 
L’iniziativa, promossa dall’Associazione Enfap Regionale, prevedere un percorso integrato finalizzato a facilitare l’inserimento lavorativo degli immigrati extracomunitari presenti regolarmente nel territorio abruzzese. 
Il seminario, introdotto dal relatore Tonino Di Toro, ha visto susseguirsi gli interventi di figure istituzionali quali l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Lanciano Dora Bendotti e l’Assessore all’Istruzione Marcello D’Ovidio, oltre che al vicepresidente di Confindustria Pietro Rosica, al rappresentante CNA Chieti Silvio Radice ed al Segretario Generale Uil Abruzzo Roberto Campo. 
Interessanti anche le testimonianze di due immigrati che sono riusciti a trovare lavoro e ad inserirsi, quindi, completamente nel sistema occupazionale abruzzese. 
In apertura di seminario sono stati presentati dati di analisi sulla situazione degli stranieri residenti a Lanciano, sottolineando come molte di queste persone si trovino nel territorio frentano da diverso tempo, tanto che nelle scuole pubbliche del paese la presenza di alunni non italiani sia ben instaurata e rappresenti una percentuale del 5%. 
È stata poi posta l’attenzione a dati che rendono la Regione Abruzzo ed in particolare il territorio di Chieti e provincia come situazioni positive nell’ambito dell’integrazione della componente straniera in Italia. Ad esempio, secondo l’Indicatore di radicamento, indice che segnala l’inserimento più o meno attivo nei vari territori nazionali delle componenti straniere, quella di Chieti è la terza provincia italiana in cui l’integrazione extracomunitaria è più stabile e meglio radicata. Inoltre, il Comune di Lanciano sta lavorando all’inserimento di un Consigliere comunale straniero aggiunto che possa prendere parte a tutti i consigli comunali, di modo da favorire ulteriormente la compartecipazione tra le entità extracomunitarie e quella autoctona. 
“Rimbocchiamoci le maniche” ha detto l’Assessore alle politiche sociali Bendotti, facendo riferimento ai tanti giovani presenti nella sala congressi, sottolineando come proprio i giovani, non solo gli italiani, siano il futuro del nostro Paese. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *