Magia del fare: pubblico e privato uniti per la 2 edizione della Fiera di Avezzano

Magia del fare “accende” i motori per la seconda edizione della Fiera campionaria di Avezzano, puntando a superare l’exploit del debutto (aprile 2013)  con i 140 stand presi d’assalto da oltre 40mila visitatori. La macchina organizzativa ha mosso i primi importanti passi in un summit alla Regione, -sollecitato dal presidente del comitato, Roberto Donatelli- dove l’Assessore allo Sviluppo economico, Alfredo Castiglione, il Presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio Del Corvo, l’Assessore alle Attività produttive di Avezzano, Gabriele De Angelis, il Commissario del nucleo industriale, Tiziano Petrucci,  il consigliere della Camera di Commercio di L’Aquila, Mario Del Corvo, il Presidente del Patto Territoriale della Marsica, Loreto Ruscio, i rappresentanti di Confesercenti, Domenico Venditti e Carlo Rossi, Confcommercio, Celso Cioni e Luciano Biancone, Confartigianato, Lorenzo Angelone, hanno fatto il punto sulle criticità del centro fieristico dovrebbe essere completato con l’utilizzo dei Fondi del Patto Territoriale della Marsica e l’intervento della Provincia dell’Aquila. L’unità di intenti e l’ok delle istituzioni per la 2^ edizione della fiera campionaria, è accolto con entusiasmo dalle associazioni di categoria che, dopo il grande successo della 1^ edizione, confidano in un nuovo exploit con il secondo evento.

“Il completamento del centro fieristico”, sottolinea l’assessore Gabriele De Angelis, “rappresenta un primo step  per ridare linfa vitale al nucleo industriale, un’area strategica a due passi dalla Capitale che può e deve diventare un punto di approdo delle aziende capitoline e nazionali”. Anni e anni di semi-abbandono, infatti, -il consorzio è commissariato- hanno contribuito a desertificare l’area industriale. Qualcosa potrebbe muoversi con l’attuazione della legge n. 23, varata dalla Regione nel luglio del 2011, per dar vita a un unico ente di gestione delle attività produttive abruzzesi: l’Arap. 

Occasione da non perdere per De Angelis: “l’area industriale della Marsica, porta d’ingresso dell’Abruzzo, in virtù dell’immenso numero di imprese della capitale”, sottolinea l’assessore alle attività produttive, “rappresenta un naturale bacino di espansione che, con gli strumenti di gestione e marketing giusti, non ultimi l’ubicazione della sede dell’Arap ad Avezzano e una rappresentanza marsicana nell’organo di gestione, può dare impulsi benefici per l’occupazione e l’economia dell’intera Regione. Per Avezzano e la Marsica, che hanno subito tante espoliazioni, con in testa l’Arssa, sarebbe un doveroso segnale di attenzione della giunta Chiodi”. Alla folta pattuglia di consiglieri regionali marsicani e ai rappresentanti dei partiti politici, con in testa il coordinatore del Pdl, Filippo Piccone, il compito di non deludere il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *