Aeroporto di Pescara: Pd e Difendere Pescara polemizzano con la Regione

Adesso le polemiche sulla paventata riduzione di operatività dell’aeroporto di Pescara. L’allarme era stato lanciato ieri dai rappresentanti sindacali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil e Ugl Trasporti Abruzzo, Franco Rolandi, Amelio Angelucci, Giuseppe Murinni, Luciano Pantoni, secondo i quali l’Enav, la società che gestisce il controllo del traffico aereo, che dalle attuali 24 ore, vorrebbe ridurre il servizio a 16. Così dopo l’azzeramento del traffico commerciale e la cancellazione del volo postale questa ipotesi potrebbe mettere in ginocchio lo scalo abruzzese.

Oggi anche il Pd e il movimento civico “Difendere Pescara” fanno sentire la loro voce. Per il Partito democratico parla il consigliere regionale Marinella Sclocco la quale contesta “l’immobilismo della maggioranza sulla questione” e fa notare che questa inattività ” è sintomo di una sorta di incapacità a gestire investimenti, infrastrutture e il benessere dei cittadini. Lo sviluppo dell’aeroporto, commenta, potrebbe rappresentare uno dei maggiori volani per l’economia abruzzese che in questo momento necessita di rilancio e valorizzazione. Il tempo è scaduto, la legislatura volge al termine e questa maggioranza non ha ancora investito i famigerati fondi FAS su una delle piu’ importanti infrastrutture della regione”.

Licio Di Biase, parlando per il movimento civico “Difendere Pescara”, si sofferma invece del rischio che la compagnia Ryanair “abbandoni l’aeroporto in quanto predilige in controllo del traffico aereo a quello di AFIS”, che scatterebbe con i nuovi orari. “Ciò avviene, dice Di Biase, in un periodo in cui c’é un grande flusso di stranieri che stanno acquistando abitazioni nei nostri borghi, nei tanti centri storici della provincia di Pescara e della fascia costiera grazie proprio a questi voli. Il Movimento Civico “Difendere Pescara” – annuncia – nei prossimi giorni assumerà delle iniziative per ricondurre l’orario dell’aeroporto alla normalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *