Abruzzo sotto la neve

Previsioni rispettate in Abruzzo. La neve è venuta giù copiosa. Situazione difficile per la circolazione anche se si è solo all’inizio della giornata e si deve ancora constatare qual è il quadro generale, soprattutto nelle zone interne della regione.

Alle ore 5,45, invece, è stata pubblicata sul sito del Comune di Lanciano l’ ordinanza di chiusura (sospensione attività didatiche) delle scuole di Lanciano. Per tutta la notte sono stati operativi mezzi spazzaneve per garantire transitabilità delle 350 km di rete stradale comunale. 
Stesso provvedimento di sospensione della attività scolastiche da parte del sindaco di Città Sant’Angelo, Gabriele Florindi e di quello di Casoli. 

Scuole chiuse, oggi e domani, a Chieti. Resteranno vuote anche le aule dei centri del vastese, a Orsogna, Filetto, Canosa Sannita e Guardiagrele.

Traffico pesante vietato sulla A14. Camion e Tir sono stati dirottati sulla SS16. Problemi anche per i collegamenti in bus per Roma

ore10:30 – I caselli autostradali della A14, chiusi dalla notte in Abruzzo all’ingresso dei camion, sono stati riaperti da poco ai mezzi pesanti. Il provvedimento si è reso necessario, a causa della neve, per evitare che i mezzi stessi si mettessero di traverso sulla strada creando disagi agli automobilisti e assicurare, quindi, adeguata assistenza alle auto che ne avessero avuto bisogno.

Problemi invece a Pescara. Il comune ha disposto la chiusura urgente al traffico e alla sosta delle golene nord e sud per il rischio di esondazione del fiume Pescara, gonfio dalle piogge cadute in città e dalla nevicata che ha interessato le zone interne del pescarese. Sono stati già transennati gli ingressi e le uscite delle golene. Tutti coloro che avessero parcheggiato sulle golene vengono pertanto invitati dal Comune a spostare le vetture.

Proprio in relazione alle condizioni del fiume e al mare che “preme”, la Capitaneria di porto di Pescara ha allertato i comandanti dei pescherecci chiedendo loro di essere presenti in banchina, in via precauzionale, per tenere sotto controllo la situazione. Il fiume ha raggiunto il livello della strada ma prima di ulteriori provvedimenti la Capitaneria attende di conoscere gli sviluppi sulle condizioni del porto e del fiume, monitorata dal personale in servizio (anche attraverso le telecamere). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *