Niente diktat: Pupillo azzera la giunta e decide di ripartire con una nuova squadra

Poche ore per pensarci su e per prendere una posizione. Il primo cittadino di Lanciano, Mario Pupillo, ha deciso: azzera la Giunta e ne presenterà, a breve, una nuova. E le novità ci saranno, eccome. C’è da portare avanti il programma politico-amministrativo tra mille difficoltà dovute principalmente alla mancanza di fondi e al conseguente ricorso alla tassazione. Dunque, le insofferenze degli ultimi giorni, espresse da esponenti delle coalizione di governo sono ora determinanti per fare la conta su chi è deciso a continuare insieme il percorso intrapreso 2 anni e mezzo fa. Una mossa inevitabile, quindi, ma decisiva per le sorti della sua Giunta. Pupillo l’ha detto chiaramente oggi nel corso di una conferenza stampa in Comune. Non gli è piaciuto l’intervento del suo vice sindaco Pino Valente e il diktat lanciato dalla sua lista civica Progetto Lanciano, di cui Valente è il leader, per la diminuzione delle tasse in ambio di restare nella maggioranza. Bicchiere colmo quello del sindaco, che in passato aveva tirato dritto su altre prese di posizione della lista di Valente.

Ha mandato giù l’iniziativa di formare un gruppo misto nel quale si sono ritrovati i consiglieri Gabriele Di Bucchianico (ex Idv) e Davide Caporale (ex Lanciano nel Cuore).

Insomma, bocconi amari. Pupillo però ha reagito e ha deciso di non cedere alle imposizioni. Giunta azzerata e si ricomincia daccapo. Anche le opposizioni, in particolare il consigliere Marco Di Domenico aveva esortato il primo cittadino a ritirare la delega a Valente. Pupillo è andato oltre. 

Tra una settimana, forse meno, la composizione del nuovo esecutivo. E c’è da giurare che si vedranno facce nuove e alleati ‘fidati’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *