Comune di Chieti condannato dovrà assumere disabile

Il Tribunale Civile di Chieti – Sezione Lavoro ha condannato il Comune di Chieti per non aver riconosciuto alla Presidente della onlus Diritti Diretti (www.dirittidiretti.it) Simona Petaccia, donna con disabilità e disoccupata, il diritto all’assunzione nelle quote di riserva ai sensi della ex Legge 12 marzo 1999, n. 68 (“Norme per il diritto al lavoro dei disabili”), durante il concorso svoltosi nel 2011 e finalizzato all’assunzione a tempo pieno e determinato di n. 10 unità con profilo professionale di Istruttore – Categoria C – Posizione economica C1 – Profilo Professionale di Amministrativo – Contabile.

Questo perché, grazie all’assistenza dell’Avv. Anna Guarini che ha difeso la dott.ssa Simona Petaccia in un giudizio durato oltre 2 anni, si è dimostrato che la saturazione della quota d’obbligo sostenuta dal Comune di Chieti era priva di fondamento numerico.

Di conseguenza, l’Ente avrebbe dovuto dare attuazione alla Legge 68/99 collocando la dott.ssa Simona Petaccia al primo posto in graduatoria, mentre la ricorrente non è mai stata chiamata in servizio.

Per questo motivo, il Giudice del lavoro, dott.ssa Laura Ciarcia, ha dichiarato il diritto della dott.ssa Petaccia ad essere assunta a tempo determinato e pieno con la qualifica di Istruttore e ha condannato il Comune di Chieti, in persona del sindaco pro tempore, a riconoscerle a fini giuridici ed economici il servizio che avrebbe avuto diritto a prestare, oltre che a corrisponderle le somme conseguenzialmente dovute in ragione di tale inquadramento con le relative conseguenze previdenziali e assistenziali, nonché al pagamento delle spese di giudizio.

A Pescara, la Provincia avvia un intervento di politica del lavoro in favore dei diversamente abili, per favorire l’acquisizione di una qualifica professionale spendibile sul mercato. C’é gia’ un avviso, ha annunciato oggi l’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro Antonio Martorella, sul portale www.pescaralavoro.it, che finanzia la realizzazione di due percorsi di qualifica, della durata di 400 ore, per un numero massimo di 15 allievi ciascuno. Possono rispondere all’avviso, presentando progetti formativi che saranno valutati da un apposito Nucleo, gli Organismi di Formazione accreditati dalla Regione Abruzzo. I percorsi formativi che la Provincia intende finanziare, attuandoli tramite gli Organismi di formazione stessi, sono di Web Designer e Operatore EDP. Le risorse disponibili sono pari a 114.000 euro. Oltre alle attività formative d’aula (sia teoriche che pratiche) per 280 ore si prevede uno stage per ciascun allievo in ambiente lavorativo per 120 ore. Gli allievi saranno selezionati dagli Organismi di Formazione che saranno incaricati dalla Provincia. I candidati (in una condizione di disabilità con invalidità pari o superiore al 67 per cento) dovranno essere residenti in uno dei Comuni della provincia di Pescara, iscritti negli elenchi del Servizio SILUS della Provincia di Pescara, e avere un reddito ISEE (riferito ai redditi dell’anno 2012) non superiore a 15.000 euro. Inoltre dovranno essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado o di equivalente attestazione di frequenza di un percorso quinquennale con programma differenziato (non curricolare). A ciascun allievo sarà riconosciuta una indennità oraria pari a 5 euro lordi per ogni ora effettivamente frequentata. I corsi saranno effettuati, indicativamente, tra aprile e ottobre 2014. L’avviso per gli Organismi di Formazione dispone di inviare le proposte progettuali entro il 18 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *