Immigrazione clandestina: comandante nave e tre membri equipaggio denunciati

Il comandante di una motonave battente bandiera del Togo, ormeggiata nel porto di Ortona per operazioni di natura commerciale, e tre membri del suo equipaggio sono stati denunciati in stato di libertà, dai Carabinieri della Compagnia di Ortona, per violazione delle norme sul soggiorno degli stranieri nel territorio italiano. Come accertato dagli uomini dell’Arma il comandante dell’imbarcazione denominata “Green Cedar”, un cittadino indiano di 28 anni, all’atto della partenza dal porto di Ortona ha omesso di dichiarare ai militari dell’Arma, responsabili dei servizi di frontiera, l’assenza dei suoi tre membri dell’equipaggio. Sono stati proprio i Carabinieri di Ortona ad accorgersi dell’assenza dei tre uomini, tutti originari dello Sri Lanka, rispettivamente di 24, 33 e 34 anni. I militari, saliti a bordo della motonave per restituire i passaporti presi in consegna al momento del loro arrivo, hanno scoperto che i tre stranieri, dopo aver ricevuto uno “shore pass” che li autorizzava ad allontanarsi dal porto in “libera uscita”,  non avevano fatto più ritorno. Sono state avviate le indagini volte al loro rintraccio. I tre uomini dovranno rispondere del reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato, mentre il comandante di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Trasporto di materiale ferroso senza autorizzazione. La denuncia in stato di libertà è scattata, ieri pomeriggio, per una coppia di rom di 40 e 38 anni sorpresa, da una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Borrello, mentre caricava rifiuti in ferro di vario genere a bordo di un furgone Fiat Iveco intestato ad un loro connazionale. Il controllo effettuato dagli uomini dell’Arma rientra in una più ampia attività di contrasto ai cosiddetti reati predatori, come i furti in abitazione e le rapine, messa in atto, in tutta la provincia di Chieti, dai Carabinieri del Comando Provinciale. La coppia di rom, proveniente da Pescara, è stata notata aggirarsi nel centro abitato di Borrello ed è stata fermata per un controllo dalla pattuglia di Carabinieri. Nei loro confronti, oltre alla denuncia in stato di libertà, i militari hanno richiesto la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio. Il materiale ed il mezzo sono stati posti sotto sequestro.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *