Gravi le condizioni dell’operaio rimasto ferito in Sevel

Restano ancora gravi le condizioni di salute di E.R., l’operaio vittima di un incidente sul lavoro la notte scorsa negli stabilimenti Sevel, in Val di Sangro.

Il lavoratore, di 46 anni, di Paglieta, è stato colpito alla testa investito da un carrello elevatore nell’area esterna dello stabilimento del Ducato, adibita alla logistica. Per il grave trauma cranico riportato l’operaio, è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Pescara: ha riportato altre fratture agli arti inferiori dopo essere stato investito da un collega che non si sarebbe accorto della sua presenza alle spalle del mezzo. Sulla dinamica dell’incidente, avvenuto intorno alle 4 nel turno di notte, sono in corso “gli scrupolosi approfondimenti del caso per accertare eventuali responsabilità” da parte dei carabinieri di Atessa, che indagano sul fatto. Al momento, confermano gli inquirenti, non è stato aperto nessun fascicolo sull’infortunio dell’operaio della Sevel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *