La SASI: i sindacati vogliono riprendere il confronto con la società

Le segreterie regionali e territoriale della Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec e Ugl, unitamente alle Rsu aziendali,  con una lettera inviata la Prefetto di Chieti, al Commissario Straordinario dlel’ATO Abruzzo, al presidente dell’ Assemblea dei Sindaci del Servizio Idrico Integrato, ai 92 primi cittadini delle municipalità che sono socie della Società Abruzzese per il Servizio Idrico Integrato e al presidente della Sasi, hanno sollecitato la richiesta di un confronto con la società che, finora, ha l’ha evitato.

Le sigle sindacali si appellano al rispetto di quanto previsto nel contratto nazionale di lavoro. Nella missiva, Filctem, Femca, Uiltec e Ugl sottolineano come dal dicembre 2012 è in conrso un confronto la SASI inerente la struttura organizzativa, gli inquadramenti contrattuali e il riconoscimento dle premio di produttività 2013. Nel giugno dello scorso anno, poi, è stato redatto un verbale di incontro nel quale la Società Abruzzese per il Servizio Idrico Integrato chiedeva di rinviare il confronto con il nuovo CdA in via di rinnovo. Nel frattempo, dagli organi di informazione, si è appreso che la SASI ha elargito sostanziosi aumenti economici ad alcuni lavoratori con criteri sconosciuti e che lasciano dubitare sulla loro correttezza e legalità. Dopo questi episodi, i sindacati hanno sollecitato con richiesta scritta la ripresa del confronto ma la Sasi, disattendo il contratto nazionale di lavoro, non ha dato alcuna risposta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *