Regionali: il centrosinistra ha scelto D’Alfonso

Sarà Luciano D’Alfonso (Pd) a sfidare Gianni Chiodi, del centro destra e il candidato del Movimento Cinque Stelle per la presidenza della Regione Abruzzo.

Nelle primarie di ieri l’ex sindaco di Pescara si è imposto sui due concorrenti in lizza, ottenendo il 76,2% dei consensi contro il 13,6% di Franco Caramanico (Sel) e il 10,2% di Alfonso Mascitelli (Idv). Al voto hanno partecipato 42.293 elettori. Per quanto riguarda Pescara, il Comune più importante in Abruzzo chiamato a rinnovare il Consiglio comunale, per la scelta del candidato sindaco del centrosinistra sarà necessario il ballottaggio tra Marco Alessandrini (Pd), che ha ottenuto il 35,65%, e Antonio Blasioli (Pd) che, considerato ‘outsider, con i suoi 2.560 voti ha raggiunto il 30% dei consensi. Gli altri quattro candidati erano Gianni Teodoro, della Lista Teodoro (14,93%), Moreno Di Pietrantonio, Pd (12, 46%), Gianni Cordova, candidato indipendente appoggiato da Sel da 20 anni alla guida della Lega abruzzese antidroga (3,94%) e Giorgio D’Amico Socialisti Italiani (2,99%).

Tornando alla Regione, ad oggi D’Alfonso ancora non conosce chi sarà il suo avversario del centrodestra. Ma la situazione è uguale anche per il Comune di Pescara. In settimana dovrebbe essere il presidente Silvio Berlusconi a ufficializzare, o meno, la ricandidatura del governatore uscente Gianni Chiodi (Fi) mentre per Pescara alla riconferma di Luigi Albore Mascia il Nuovo Centrodestra frappone la candidatura dell’attuale presidente della Provincia, Guerino Testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *