A L’Aquila lo spettacolo Lontano, da qualche parte…

Lontano, da qualche parte… è il titolo dello spettacolo sui tragici eventi della prima guerra mondiale che domattina sarà rappresentato a scuola per gli alunni dell’Istituto Superiore Alessandrini.

Lo spettacolo avvia la realizzazione di un articolato progetto didattico  sulla  “grande guerra” – di cui in autunno ricorrerà il centenario dallo scoppio –  rivolto  agli studenti delle superiori e frutto della sinergia fra L’Uovo Teatro Stabile di Innovazione, l’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea e la Società Aquilana di Studi Storico Strategici con la collaborazione del 33° Artigliertia Acqui.

Lontano, da qualche parte… – sottotitolo “la prima guerra mondiale attraverso le voci di una generazione perduta” – attinge dai variegati materiali delle fonti storiche e della memorialistica per mettere in scena la parabola esistenziale di un giovanissimo soldato che, sperimentando l’orrore inimmaginabile della violenza e della morte, prende consapevolezza di quanto insensato sia il massacro cui sta partecipando.

Una vicenda, la sua, che è una sorta di exemplum, di sintesi delle innumerevoli storie, diverse eppure simili, degli uomini che vissero la Grande Guerra, provando la paura degli assalti, il freddo delle trincee, la nostalgia per la donna amata o per i familiari, la disillusione, spesso fino al sacrificio di sé.

Uno spettacolo che vuol raccontare le sorti di una generazione che, come scrisse Erich Maria Remarque nel suo celeberrimo Niente di nuovo sul fronte occidentale, se pure sfuggì alle granate, venne comunque distrutta dalla guerra.

Già rappresentata più volte in Abruzzo e a Roma, in occasione del “Roma3 Film Festival”, la pièce ha riscosso un vivo successo di pubblico e di critica premiando l’impegno dell’ideatore e regista Fabrizio Pompe e dei suoi collaboratoril: Carla Arduini per la drammaturgia e le scelte musicali e i giovani interpreti Aldo Spahiu e Giulia Tomassi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *