Acqua Santa Croce: sottoscritto un contratto di solidarietà per 38 lavoratori

Accordo raggiunto dalle organizzazioni sindacali con i vertici dell’azienda, in un incontro alla presenza di Provincia, Confindustria e Rsu, per i lavoratori dello stabilimento Santa Croce di Canistro, che consentirà di scongiurare il licenziamento di 38 dipendenti, annunciato, nei mesi scorsi, dal management aziendale.

L’intesa è stata siglata in Provincia, all’Aquila.

“Abbiamo sottoscritto un contratto di solidarietà difensivo – ha dichiarato Franco Pescara, segretario interregionale Abruzzo-Molise della Fai-Cisl, che eviterà il licenziamento in tronco di 38 lavoratori. L’accordo, che diventerà operativo il 5 aprile e avrà valenza annuale, sarà soggetto a verifiche trimestralia”.

All’incontro erano presenti anche Marcello Pagliaroli (Flia-Cgil) e Leonardo Lippa (Uila-Uil). “Esprimiamo soddisfazione per il risultato raggiunto dopo mesi di trattative serrate, che va a salvaguardare i livelli occupazionali – ha sottolineato Pescara – ma si tratta solo di un primo passo nella spinosa vertenza della Santa Croce. L’azienda si è impegnata a presentare un piano di rilancio dello stabilimento di Canistro, che occupa 77 dipendenti, attraverso un’azione di investimenti e marketing, progetti formativi, l’acquisizione di nuove fette di mercato e l’inserimento nella grande distribuzione. La Santa Croce, inoltre, provvederà alla valorizzazione della qualità del prodotto nell’ottica di uno sviluppo futuro dell’azienda. Passaggi che verranno attentamente monitorati dal sindacato, a garanzia di un reale rilancio dello stabilimento Santa Croce e di nuovi investimenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *