Operazione dei carabinieri a Bucchianico, Ortona e S. Giovanni Teatino

Un 34enne di Francavilla al Mare, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Bucchianico, poiché colpito da un ordine di carcerazione dovendo scontare la pena di tre mesi di reclusione per guida in stato di ebrezza. I militari, al fine di prevenire furti e rapine, stavano svolgendo un posto di controllo nei pressi di un supermercato ubicato nel centro abitato del paese quando hanno notato alcune persone, che non erano del posto, uscire dall’esercizio commerciale. I militari dell’Arma hanno quindi proceduto al loro controllo e tramite la banca dati in uso alle forze di polizia hanno accertato che uno dei fermati aveva un provvedimento restrittivo a suo carico emesso, nel giugno del 2011, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Chieti per una condanna a tre mesi di reclusione per guida in stato di ebrezza. L’uomo è stato quindi tratto in arresto e associato alla casa circondariale di Chieti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri della Stazione di Ortona e del Nucleo Operativo e Radiomobile sono sulle tracce di tre cittadini rumeni che, la notte scorsa, dopo aver fatto irruzione nell’abitazione di una famiglia di connazionali, hanno aggredito padre, madre e figlio, picchiandoli violentemente e spedendoli, tutti, in ospedale. L’episodio è avvenuto in contrada Villa Rogatti di Ortona. Gli uomini dell’Arma sono stati avvertiti da altri cittadini rumeni che abitano nelle vicinanze ma solo dopo che le tre vittime erano state trasportate in ospedale dal personale del 118 intervenuto sul posto. Da una prima ricostruzione gli aggressori, armati di bastoni  ed altri oggetti atti ad offendere, avrebbero picchiato i connazionali per questioni riconducibili a vecchi dissidi familiari. I tre feriti, il padre 43enne, la madre 58enne e il loro figlio 28enne, sono stati trasportati presso l’ospedale civile di Ortona. Moglie e marito hanno avuto prognosi, rispettivamente, di 40 e 30 giorni per fratture varie e sono state ricoverate nel nosocomio. Per il loro figlio, invece, è stato necessario il trasferimento presso l‘ospedale civile di Pescara dove è stato ricoverato in prognosi riservata. Sono in corso le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Ortona per identificare e rintracciare i responsabili dell’aggressione e per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

Ha riempito di generi alimentari un carrello della spesa nel centro commerciale IPERCOOP di San Giovanni Teatino e ha cercato, poi, di guadagnare l’uscita senza dare nell’occhio. L’episodio è accaduto ieri pomeriggio. Un uomo di 27 anni di San Salvo è stato denunciato per furto aggravato dai Carabinieri della Stazione di Sambuceto dopo che gli addetti alla vigilanza del centro commerciale lo avevano bloccato mentre cercava di allontanarsi. L’uomo, dopo aver prelevato dagli scaffali generi alimentari per un valore di circa 1000 euro, si è avviato, con il carrello pieno, verso l’uscita e con disinvoltura ha oltrepassato le barrire antitaccheggio puntando dritto verso l’uscita del centro commerciale. Sfortunatamente per lui un addetto alla vigilanza lo ha notato e lo ha subito rincorso incaricando, nel frattempo, il collega di avvertire i Carabinieri. A quel punto il 28enne, resosi conto di essere stato scoperto, ha abbandonato “la spesa” ed è fuggito a gambe levate fuori dalla struttura ma è stato raggiunto nel parcheggio del centro commerciale dal personale di vigilanza che lo ha poi consegnato ad una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Sambuceto che, trovandosi nei paraggi durante un servizio di controllo del territorio, è arrivata in pochi minuti. Una volta in caserma l’uomo è stato denunciato in stato di libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *