Figli maltrattati: la polizia di Lanciano arresta padre

Padre di 4 figli, tutti minori, è stato arrestato oggi dalla polizia di Lanciano per gravi maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, secondo quanto accertato durante le indagini, iniziate da un compito scolastico svolto da uno dei figli e la conseguente denuncia della sua insegnante alle autorità competenti, ha portato alla luce una situazione nella quale i piccoli erano picchiati, hanno subito lesioni con armi da taglio, che hanno lasciato segni evidenti sui corpi dei bambini, minacce e vessazioni psicologiche da un padre capace, secondo quanto riferiscono gli inquirenti, perfino di obbligarli a vedere con lui film pornografici in una casa dalle condizioni igieniche “aberranti”.

Gli inquirenti che hanno visitato la casa e messo fine a una situazione familiare degradata in una località tra la Val di Sangro e Lanciano affermano di non aver mai visto nulla di simile. L’uomo, disoccupato, in diverse occasioni picchiava anche la moglie, in presenza dei figli; talvolta distruggeva le cose che erano in casa, in preda all’ira. Il padre e’ stato arrestato questa mattina e trasferito nel carcere di massima sicurezza di Villa Stanazzo su disposizione del gip del tribunale di Lanciano, Marina Valente, che ha accolto la richiesta urgente del pm Rosaria Vecchi; le accuse di cui dovrà rispondere sono di maltrattamento aggravato e lesioni aggravate nei confronti della moglie e dei figli.

I quattro bambini, che hanno dai 3 agli 11 anni, si trovano in una struttura protetta con personale specializzato nell’assistenza ai minori: il personale sanitario intervenuto nell’abitazione insieme agli agenti di Polizia non hanno ritenuta la casa idonea ad ospitare i minori.

La madre dei piccoli, vittima e succube del marito, non risulta indagata. Anche lei, come il marito arrestato questa mattina per gravi maltrattamenti in famiglia, è disoccupata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *