A Città Sant’Angelo EduchiAMOci alla legalità

Si chiama EduchiAMOci alla legalità ed è l’evento inaugurale della campagna di comunicazione sociale che l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Città Sant’Angelo sta avviando sul territorio con l’obiettivo di educare al rispetto della legalità e nello specifico di sensibilizzare alla lotta contro il bullismo.

Il workshop si terrà mercoledì 7 maggio presso il Teatro comunale della cittadina angolana, a partire dalle 9,30, e vedrà la partecipazione di operatori e personalità del settore a sottolineare un percorso di educazione al rispetto dell’altro, dell’ambiente e del sé che parte da molto lontano e che ha già visto insieme istituzioni e associazioni locali. Alla giornata/evento interverranno anche Leonardo Agueci, procuratore vicario aggiunto presso la Procura della Repubblica di Palermo, e Cristina Tedeschini, procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica di Pescara. Prenderanno parte le scolaresche del comprensorio, nonché un esponente dell’Osservatorio regionale permanente per la lotta al bullismo.

L’ampio progetto, finanziato attraverso fondi Par Fas – Programma Attuativo Regionale del Fondo per le Aree Sottoutilizzate – grazie a un bando della Regione Abruzzo vinto dal Comune, ha coinvolto come partner operativi anche l’associazione culturale Ad Hoc, la cooperativa sociale New Aid e la società Territorio Sociale.

In particolare l’associazione Ad hoc ha dato vita a laboratori teatrali con gli studenti del liceo delle Scienze umane, culminati in uno spettacolo dal titolo “1, 2, 3 stella” che si è tenuto lo scorso 30 aprile.

La cooperativa sociale New Aid, invece, ha aperto uno sportello di ascolto presso le scuole medie e le superiori, parallelamente, ha avviato cicli di incontri con esperti rivolti agli studenti, conferenze genitori/docenti, laboratori di gestione del conflitto e formazione per educatori di gruppi giovanili. E’ già partito il cineforum di 10 incontri con pellicole dedicate alla legalità.

Territorio sociale si sta occupando di monitorare il progetto e dell’organizzazione della campagna sociale “Smonta il bullo”, già attivata dal Ministero per l’Istruzione e che il Comune di Città Sant’Angelo – in sinergia con i Comuni di Celano, Lanciano e San Giovanni Teatino – ha fatto sua con l’obiettivo di mandare un messaggio univoco e forte per la lotta al bullismo. Nel corso del mese di maggio, infatti, si terranno – in contemporanea con gli altri Comuni – una serie di iniziative sia mediatiche sia presso le scuole, e coinvolgendo le locali forze dell’ordine, i genitori e gli insegnanti, con l‘obiettivo di rendere coscienti rispetto a un fenomeno che, oggi più di ieri, a causa anche dei molteplici mezzi della tecnologia, è diventato sempre più ostico e dilagante.

Gli operatori coinvolti nel progetto: Lucia Surricchio (coordinatrice), Antonella De Massis, Laura Di Marco, Enrica Contierchio, Valentina Musa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *