Il liceo di Città Sant’Angelo ha formato le ragazze della Carinzia

Si è appena conclusa l’esperienza di tirocinio didattico, previsto dal progetto ERASMUS, per tre universitarie austriache all’Istituto Superiore “Spaventa” di Città Sant’ Angelo, frutto del patto d’intesa esistente tra la scuola angolana,curato dalla prof.ssa  Donata Valeri,  e l’Università Gabriele d’Annunzio di Pescara, facoltà di Lingue e letterature straniere, per opera della prof.ssa  Savini.

Le stagiste  Katarina,  Nadine,  Elisabeth sono universitarie ventenni, provenienti da Klagenfurt , dove studiano Scienze della formazione e Italiano. Sono in Abruzzo per il loro soggiorno Erasmus e particolarmente affascinate dal paesaggio della nostra regione che coniuga il verde dei monti con l’azzurro del mare, un po’ come accade nella loro Carinzia tra boschi e laghi.

Hanno svolto il loro praticantato di 50 ore (da marzo a maggio) nelle classi del Liceo Linguistico, seguite dalla tutor prof.ssa La Vella, e con la classe quinta del Liceo di Scienze umane con la prof.ssa Malandra.

Le tirocinanti hanno seguito tutte le fasi della progettazione e attuazione didattica della lingua straniera, ma sono state soprattutto una preziosa risorsa per la comunicazione spontanea in tedesco, stabilendo rapporti amichevoli e di collaborazione reciproca con le classi. Sono state percepite dagli alunni come “peer educators”, hanno apportato alle lezioni freschezza, divertendosi in attività ludiche con giochi di ruolo, simulazioni di situazioni comunicative quotidiane, drammatizzazioni, ma hanno svolto anche un’importante funzione di portavoce di un Paese studiato non solo per la lingua ma, anche sotto il profilo artistico e letterario.

Gli alunni sono stati spronati ad un continuo confronto culturale e invogliati da questa esperienza ad uno futuro studio universitario in ottica europea.

Katarina, Nadine ed Elisabeth rimarranno in Italia fino a giugno per sostenere i loro esami nelle facoltà di Pescara e di Chieti ma, quello tra lo “Spaventa” e le stagiste austriache, non è un addio: nel dicembre del prossimo anni scolastico la quinta classe del Liceo linguistico si recherà a Vienna per un progetto patrocinato dal Ministero  austriaco della Cultura  ed è già prevista una sosta in Carinzia  per rivedersi.

Dunque, auf Wiedersehen!

Welcome, invece, ai tirocinanti americani che, a breve, inizieranno il loro stage per la conversazione in inglese, all’interno dello stesso progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *