Medicina Trasfusionale, Patrizia Di Gregorio nel consiglio direttivo nazionale della Simti

In occasione del 41° Convegno nazionale di studi organizzato dalla Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia (Simti), si sono tenute anche le elezioni per il rinnovo parziale del consiglio Direttivo Nazionale. Per la prima volta nella storia di questa importante società scientifica è stato eletto un abruzzese. Si tratta di Patrizia Di Gregorio, direttore del Servizio Immunotrasfusionale aziendale della Asl Lanciano Vasto Chieti, candidata da ben dieci regioni, dal Piemonte alla Basilicata, e votata da oltre 400 colleghi. Si tratta di un primato assoluto come numero di voti ottenuti dalla nascita della Simti.

Il Consiglio direttivo, costituito da nove membri, ricopre un ruolo di estrema rilevanza in campo sanitario poiché, oltre a svolgere funzioni a carattere scientifico, è l’interlocutore delle autorità nazionali in tema di legislazione e organizzazione trasfusionale, anche in sinergia con il Centro Nazionale Sangue (Autorità istituzionale in materia trasfusionale).

«Il numero dei voti e le testimonianze di stima e di amicizia che mi sono pervenute – commenta la dottoressa Di Gregorio – rappresentano il risultato naturale di anni di lavoro e di impegno a favore della Medicina trasfusionale e di tutti i suoi operatori impegnati quotidianamente, in condizioni spesso problematiche, nel rispondere alle necessità terapeutiche e assistenziali dei più deboli, i pazienti. Le speranze dei colleghi e la fiducia dimostrata nei miei confronti rappresenteranno un ulteriore incoraggiamento per continuare a operare sempre meglio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *