Vasto: spaccia a un agente, arrestato. Pescara: rapina aggravata, dom ai domicialiri

Sulla scorta di numerose segnalazioni giunte presso il commissariato di polizia. di Vasto  provenienti, nei giorni precedenti,  da residenti della zona del parco ‘Belvedere’ di Vasto che, nella circostanza lamentavano un andirivieni di personaggi sospetti nonché notoriamente gravitanti nel mondo del consumo e piccolo spaccio di stupefacenti, questo Ufficio programmava mirati servizi di prevenzione e osservazione al fine di verificare e approfondire la “notitia criminis”.

Al fine di accertare la veridicità delle segnalazioni pervenute, nei giorni scorsi e nel primo pomeriggio di ieri, agenti dell’anticrimine coordinati dal Vice Questore Aggiunto Alessandro Di Blasio, effettuava mirati servizi di appostamento,  che portavano all’arresto di  un noto pregiudicato locale Yuri Marianacci, classe ‘79, per detenzione e spaccio di  sostanze stupefacenti.

Verso le ore 16, uno degli agenti, in abiti civili, s’intratteneva e stazionava all’interno del parco, tenuto a vista, a debita distanza, dai suoi colleghi. Di lì a qualche minuto il poliziotto veniva avvicinato da Marianacci, che gli proponeva l’acquisto di eroina, evidentemente scambiandolo per un tossicodipendente, a riprova  del fatto che il luogo era prevalentemente frequentato da spacciatori e assuntori di sostanze stupefacenti.

Marianacci, proponeva la vendita di 100 grammi di eroina che avrebbe consegnato all’agente di Polizia circa un’ora dopo in questa Via Martiri della Libertà. Con lo stesso modus operandi pertanto, i poliziotti si appostavano  nell’ora e luogo convenuto dal Marianacci che verso le 17,15 giungeva a piedi e avvicinava nuovamente l’agente con cui aveva preso accordi, invitandolo a seguirlo in un angolo più appartato e, all’atto di estrarre la sostanza stupefacente dalla tasca del giubbino che indossava, veniva prontamente bloccato dal personale della Squadra Anticrimine di questo Commissariato di  P.S.

A seguito di perquisizione personale il Marianacci veniva trovato in possesso di tre involucri contenenti rispettivamente grammi 52,9, grammi 52,2 e grammi 0,4 di sostanza stupefacente che gli esami effettuati dal personale della Polizia Scientifica confermavano essere eroina.

Per questi motivi Marianacci veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed associato presso la locale Casa Circondariale.

Nelle prime ore della mattinata di oggi la Polizia di Stato, in esecuzione di un’ordinanza del Tribunale di Pescara, ha rintracciato e sottoposto agli arresti domiciliari Pasqualina Morelli, 36enne originaria dell’aquilano, ma residente a Pescara, pluripregiudicata, già sorvegliata speciale, perché resasi responsabile del reato di rapina aggravata in concorso con altre due donne, entrambe rom, di cui una rimasta ignota e l’altra M. C., 27enne, anch’essa originaria dell’aquilano, ma qui residente, denunciata in stato di libertà. Lo scorso 25 settembre, le tre donne avevano asportato alcuni capi d’abbigliamento da un esercizio commerciale gestito da cinesi sulla via Tiburtina, ma, non avendo rimosso perfettamente le placche antitaccheggio, erano state scoperte dal titolare e costrette a riporre i due pantaloni trafugati; successivamente erano fuggite infilandosi in un’autovettura (risultata intestata all’arrestata), minacciando il proprietario che le aveva inseguite e cagionandogli anche una lesione nel tentativo di quest’ultimo di bloccare la partenza del veicolo aggrappandosi alla maniglia.

Le immediate attività investigative svolte dalla locale Squadra Mobile, grazie al sistema di videosorveglianza del negozio e alle informazioni rese dai testimoni, hanno permesso di identificare due delle tre autrici del reato assicurandole alla giustizia.

Sempre ieri, in esecuzione dell’ordinanza di sottoposizione alla detenzione domiciliare, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di L’Aquila, ha tratto in arresto Leonardo Cipolla, di anni 48 pescarese, poiché condannato in via definitiva alla pena di 1 anno, 10 mesi e 29 giorni di reclusione per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *