A Barete la rassegna musicale “Impronte sonore”

Si intitola “Impronte sonore” la rassegna musicale organizzata dall’associazione “MoviMus” per aprire la stagione invernale 2014-2015 e che si terrà nei luoghi simbolo della storia del territorio. Due le date dell’evento musicale: la prima il 9 novembre, alle 18, con l’esibizione del coro “The Karol Singers” in Pietà di me. Passione secondo Marco e Matteo, sotto la direzione di Andrzej Hanzelewicz, nella chiesa di San Paolo a Barete; la seconda il 30 novembre, sempre alle 18, con il concerto “Anima Mundi. Viaggio nella coscienza dei popoli”, con  la partecipazione del duo DaMa, Silvia Umile al pianoforte e lo stesso coro “The Karol Singers” diretto da Ezio Monti, incentrato sul tema del viaggio, nel suggestivo scenario della chiesa di Santa Maria de’ Centurelli a Caporciano (L’Aquila).

Il progetto è stato fortemente voluto dal presidente di MoviMus Vittorio Tonus, ed è “nato dalla sinergia e dal lavoro congiunto di persone motivate e professionali, che rappresentano in fin dei conti il nostro prezioso capitale umano”, afferma il presidente.

“È importante valorizzare queste risorse umane – aggiunge – così come è importante mettere in rete e collegare vari aspetti della cultura legata al territorio: la gastronomia, i siti archeologici, i luoghi della transumanza, i luoghi legati al culto, il viaggio, l’incontro tra culture, l’integrazione dei saperi”.

Vittorio Lucchese, vicepresidente e direttore artistico della manifestazione e vicedirettore del coro “The Karol Singers”, sottolinea l’alta qualità degli artisti coinvolti nella rassegna. “In ‘Impronte sonore’ – spiega – abbiamo la possibilità di lavorare con maestri di altissimo livello, come Ezio Monti, che è sempre stato la nostra guida, e Andrzej Hanzelewicz con cui abbiamo condiviso l’anno scorso una bellissima esperienza in Polonia, e con la suggestiva voce recitante di Antonia Renzella. Come in ogni evento ci proponiamo di regalare al pubblico qualcosa di nuovo in un periodo per tutti difficile”.

L’iniziativa, oltre ad essere un apprezzabile evento culturale, si propone come un’importante vetrina per il mercato gastronomico e i prodotti tipici locali, configurandosi dunque come un evento che si auspica di promuovere lo sviluppo sociale ed economico del territorio, azione di fondamentale importanza.

La rassegna è stata realizzata grazie al contributo della Camera di Commercio dell’Aquila, dell’associazione nazionale costruttori edili (Ance), e del patrocinio dei Comuni di Barete e Caporciano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *