Concorso Lettere d’amore dal carcere: cerimonia di premiazione al Fenaroli di Lanciano.

Si è svolta questa mattina presso il Teatro Comunale Fenaroli di Lanciano la cerimonia di premiazione del Concorso nazionale “Lettere d’amore dal carcere”, evento unico nel genere, che invita i detenuti a fare una riflessione positiva sulla loro vita, recuperando persone, oggetti, luoghi e momenti che li hanno coinvolti affettivamente.

L’iniziativa, giunta alla seconda edizione, è stata vinta da una detenuta messicana del carcere di Rebibbia, Marilù, autrice di un’intensa lettera scritta al marito scomparso sette anni fa.

Alla premiazione sono intervenuti il Direttore della Casa Circondariale di Lanciano, Maria Lucia Avantaggiato, il vice sindaco di Lanciano Pino Valente, il professor Vito Moretti in rappresentanza dei membri della giuria del concorso, e S.E. il Prefetto di Chieti, Fulvio Rocco De Marinis, che ha insignito il concorso con la Medaglia del Presidente della Repubblica.

Durante la cerimonia, gli attori del Teatro Studio Lanciano hanno letto degli stralci di alcune delle lettere che hanno partecipato al concorso.

Le letture sono state, inoltre, intervallate da brevi intermezzi musicali curati dall’Associazione Accordiversi Onlus di Lanciano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *