Crisi settore oleario a Fossacesia: l’amministrazione comunale chiedo lo stato di calamità

Drastica riduzione di circa il 40-50 per cento della produzione, 11 frantoi che si sono visti costretti ad aumentare il prezzo del poco olio prodotto. Tanto è bastato alla giunta comunale di Fossacesia per approvare una delibera con la quale si chiede alla Regione Abruzzo il riconoscimento dello stato di calamità naturale per l’annata nera che ha colpito i produttori locali di olio d’oliva, le aziende e i frantoi.

I danni economici subiti sono stati notevoli soprattutto per un territorio con vocazione prevalentemente agricola e basato sulla produzione di olio.

“Auspico che la Regione – dichiara il sindaco Enrico Di Giuseppantonio – accolga la nostra richiesta attivando tutte le procedure per dichiarare lo stato di calamita’ per la stagione 2014 cosicché i nostri produttori, i nostri frantoi e tutta la filiera coinvolta possano sperare nell’attivazione di interventi compensativi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *