Dal 2015 tempi più corti per raggiungere in treno Roma, Bologna e Bari

L’Abruzzo sembra davvero vicino a rilanciarsi sul piano del trasporti. Dopo anni d’attesa, stavolta pare ci siano tutti i presupposti per far uscire la regione da una sorta d’isolamento. Trenitalia, infatti, accorcerà  le distanze e, dunque, i tempi di percorrenza sulla linea Adriatica e verso Roma. Con i treni Frecciarossa e Frecciargento, impiegati sulla linea adriatica entro dicembre 2015, per raggiungere Bari occorreranno di 45′ in meno, mentre per Bologna 60′. Entro un anno saranno ridotti anche i tempi di percorrenza, portandoli a tre ore, della linea ferroviaria Pescara-Roma.

L’annuncito lo ha dato oggi l’Amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Michele Elia, che ha incontrato questa mattina a Pescara il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, e il Presidente della Giunta, Luciano D’Alfonso, e i Consiglieri regionali, in occasione di un forum che si è tenuto nella sala consiliare del Comune, alla presenza di amministratori locali e rappresentanti del settore produttivo e sindacale.

“Con la riduzione dei tempi di percorrenza aiutiamo l’Abruzzo a uscire dall’isolamento – ha esordito il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, intervenendo questa mattina al Forum di Fs – Con il potenziamento della linea adriatica e la riduzione dei tempi di percorrenza della tratta Pescara-Sulmona-Avezzano-Roma, diamo uno slancio alla valorizzazione delle aree interne. Voglio ricordare che, nel 1970, la linea Pescara-Roma veniva percorsa dai treni in 3 ore e ‘7 minuti, oggi è di 4 ore. Qualcosa non funziona. Con l’Amministratore delegato Michele Elia – conclude Di Pangrazio – abbiamo affrontato il problema e presto individueremo le soluzioni concrete per rilanciare la tratta ferroviaria che attraverso l’Abruzzo interno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *