Operazione “Conventus”: arrestati dai carabinieri due albanesi. A Fossacesia fermate 2 donne per furto al supermercato

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Chieti hanno fermato e tratto in arresto due ricercati albanesi, sottrattisi  alla cattura la mattina del 18 settembre scorso nell’ambito dell’operazione denominata “Conventus”, condotta su un gruppo ibrido di soggetti, costituito da albanesi, italiani, marocchini e spagnoli, responsabili a vario titolo  di  reati di crimine organizzato transnazionale, associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di ingenti quantitativi di stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi e sfruttamento della prostituzione.

Si tratta della coppia Bujiar Azizi, 30 anni e Manuela Oshafi, di 23, fermati, rispettivamente, il primo all’interno del porto marittimo di Ancona, dopo essere sbarcato dalla nave proveniente da Durazzo e la seconda nel porto di Brindisi, dopo essere sbarcata dalla nave proveniente da Valona.

Ad entrambi è stato notificato l’ordine di custodia cautelare emesso dal Gip del Tribunale di L’Aquila  Romano Gargarella, su richiesta del Sostituto Procuratore della D.D.A. del medesimo capoluogo, David Mancini, con il quale è stato contestato il reato di associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato tradotto presso il carcere  di Montacuto mentre la donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari – con l’applicazione del braccialetto elettronico – in Sant’Elpidio (FM), presso la propria abitazione.

Nel contesto dell’operazione i Carabinieri hanno tratto in arresto 12 persone in flagranza di reato, sequestrati oltre 26 kg di sostanza stupefacenti di vario tipo, notificati provvedimenti cautelari a 26 indagati mentre risultano ancora da ricercare 6 soggetti, tutti di origine albanese.

Due donne di 34 e 48 anni, entrambe della provincia di Campobasso, ieri pomeriggio, sono state arrestate dai Carabinieri della Stazione di Fossacesia  subito dopo aver rubato dei generi alimentari all’interno di un supermercato ubicato nel centro commerciale Thema Polycenter di Rocca San Giovanni. Nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione dei cosiddetti “reati predatori”, la pattuglia dell’Arma, nel transitare all’interno del parcheggio del centro commerciale, ha notato due donne che, colte di sorpresa dalla presenza inaspettata dei Carabinieri, hanno subito cercato di defilarsi. Insospettiti da tale atteggiamento i militari le hanno fermate per un controllo scoprendo che erano in possesso di generi alimentari, del valore di circa 150 euro, risultati rubati, poco prima, all’interno del supermercato. Tratte in arresto con l’accusa di furto aggravato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono state poste agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicate con rito ordinario. I Carabinieri, visionando i filmati di un sistema di videosorveglianza di un altro supermercato di Rocca San Giovanni, hanno inoltre accertato che le due arrestate sono le autrici del furto messo a segno, a metà dello scorso mese, in quell’esercizio commerciale.

Nel corso di un servizio di controllo alla circolazione stradale, ieri pomeriggio, una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Torino di Sangro (CH), ha invece denunciato in stato di libertà, per possesso ingiustificato di arnesi da scasso, un 20enne ed un 36enne di Vasto, entrambi noti alle forze dell’ordine, che transitavano, nel centro abitato, a bordo di una Volkswagen Golf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *