Freddo intenso e neve sull’Abruzzo. In montagna stagione salva: riaprono impianti e tutto esaurito negli alberghi

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo da nuvoloso a coperto con annuvolamenti più consistenti sul settore centro-orientale dove sono attese precipitazioni a prevalente carattere nevoso, più frequenti nel chietino e nel vastese. Non si escludono temporanee schiarite nel pescarese e nel teramano.

Freddo intenso e temperature sotto zero soprattutto sulle zone collinari, interne e montuose. Tra il tardo pomeriggio e la mattinata di mercoledì non si escludono nuove nevicate, anche in pianura e lungo le coste: si raccomanda prudenza per la presenza di tratti stradali ghiacciati, attenzione.

E veniamo alla viabilità. La chiusura delle scuole e il periodo natalizio ha evitato che la situazione fosse caotica. La neve ha ripreso a scendere da questa mattina sui comuni della costa e all’interno accompagnata da folate di vento che riducono la visibilità. La viabilità è ridotta un pò ovunque, anche sulle principali autostrade abruzzesi dove non è consentito il transito dei mezzi pesanti sulle autostrade A24 e la A25 e nel tratto marchigiano-abruzzese della A14. Difficoltà nei collegamenti per i comuni collinari soprattutto nel chietino. Nella notte molte molte arterie risultavano ghiacciate ed ora, con il sensibile rialzamento della temperatura, nevica.

Grazie alle nevicate degli ultimi giorni, sono tutte aperte le tre stazioni del comprensorio sciistico dell’Alto Sangro e gran parte degli impianti è attiva, con le piste fruibili dagli utenti. Al momento il manto nevoso, tra naturale ed artificiale, raggiunge circa il mezzo metro di altezza, garantendo condizioni ideali per sciare e per praticare le diverse attività offerte dal comprensorio. Anche i bollettini neve promettono bene: sono previste precipitazioni moderate per oggi e per domani e schiarite nei primi due giorni del nuovo anno, con temperature che consentiranno di mantenere inalterate le buone condizioni delle piste. In vista delle nuove nevicate, sono numerosissime le prenotazioni arrivate negli hotel del comprensorio, tanto che si va verso il tutto esaurito per il Capodanno. Tutto è pronto, d’altronde, per i festeggiamenti sulla neve: come sempre ad attirare gli amanti della montagna non sono solo le piste, ma anche i tanti eventi ed attività da fare dopo lo sci, nelle baite del comprensorio e nei locali dei diversi paesi, organizzati dagli operatori della zona e dai Comuni. “Dopo una prima fase della stagione sciistica caratterizzata da condizioni climatiche particolari ed insolite – commenta il presidente del consorzio SkiPass Alto Sangro, Bonaventura Margadonna – le precipitazioni di questi giorni consentono la piena fruibilità dell’75% circa delle piste del comprensorio. Il manto nevoso varia dai 40 ai 50 centimetri a seconda delle zone, tra neve naturale ed artificiale, tutta di buona qualità”. Con 27 impianti, oltre 100 chilometri di piste ed una portata oraria complessiva di 42mila persone, il comprensorio sciistico dell’Alto Sangro è considerato il più grande del centro Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *