Rissa alla Caritas di Pescara, un arresto

La Polizia di Stato di Pescara, in esecuzione di un’ordinanza dell’Ufficio di Sorveglianza di Pescara, ha  rintracciato e notificato a Giovina Candeloro, 30 anni, pescarese, un provvedimento di ammissione ad un periodo di detenzione domiciliare; dovrà scontare una pena residua di mesi 3 e giorni 21 di reclusione per reati contro il patrimonio. Sempre ieri, verso le ore 12.30 circa, presso il centro di accoglienza della Caritas, la polizia ha arrestato una diciannovenne nigeriana responsabile del reato di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. Nella stessa mattinata era stato richiesto l’intervento di una Volante a causa del succedersi di una serie di liti tra alcune ospiti del centro. Un gruppo di giovani nigeriane, in disaccordo tra loro, avevano più volte disturbato la quiete nella struttura ed alcune di esse, tra cui l’arrestata, si ribellavano altresì alle regole interne del centro discutendo animatamente con le responsabili e le assistenti sociali. Nell’ultima circostanza una pattuglia è intervenuta sul posto per cercare di riportare la calma, ma la diciannovenne, in un momento d’ira, si dimenava tentando di colpire con calci i presenti ed opponendo resistenza ai poliziotti della Volante. Questa mattina sarà giudicata per direttissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *