Abusa di due minorenni: finisce ai domiciliari 45enne di Ortona

Approfittando del suo ruolo di convivente della madre di una bambina di appena 5 anni, un 45enne di Ortona, D.A.L. avrebbe sottoposto la piccola a subire atroci atti di abuso sessuale, protrattisi negli anni fino al raggiungimento dell’età adolescenziale, quando la ragazzina ha cominciato a mostrare evidenti segni di disagio lanciando il suo grido di aiuto, e inducendo così la madre ad interrompere la sua relazione con quell’uomo, mettendolo alla porta. Ma non basta. Dalle indagini sarebbe emerso che lo stesso uomo aveva rivolto le sue attenzioni morbose anche ad un’altra bambina, minore di anni 14, che frequentava la sua abitazione poiché fidanzatina dell’altro figlio della sua convivente.

Nelle ultime ore l’uomo è stato raggiunto da ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione ritenuto responsabile del delitto di violenza sessuale su entrambe le minori.

Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore della repubblica di Lanciano, Rosaria Vecchi e condotte dalla Sezione di Polizia Giudiziaria Polizia di Stato della Procura frentana, hanno portato alla luce la squallida vicenda, permettendo di accertare come l’indagato, nel periodo 2006-2014,   avrebbe abusato delle giovani. Due verità emerse in seguito all’intervento di un consulente tecnico specializzato in psicologia infantile, richiesto dalla Procura lancianese. Nei racconti emersi dalla prima vittima è stato possibile di accertare che la ragazzina non era stata l’unica vittima.

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lanciano, Francesco Marino, ha ritenuto sussistente il grave quadro indiziario a carico dell’indagato, applicando allo stesso la misura cautelare degli arresti domiciliari, con obbligo di non allontanarsi dalla propria abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *