Raccolta differenziata a Lanciano: nuovo intervento del comune per superare le criticità

Una raccolta differenziata iniziata con qualche inevitabile difficoltà. Probabilmente a causa di una comunicazione che, in molti casi, è stata poco efficace. Così il comune di Lanciano, che ha deciso di  inizia un percorso che porterà ad adeguarsi ai dettami di Legge europei e a raggiungere adeguati livelli di differenziata, ha diramato un nuovo comunicato per specificare meglio comportamenti e modalità e per superare rapidamente alcune polemiche sorte con l’avvio del sistema di raccolta “porta a porta”.

Il servizio, che ha riguardato i quartieri storici della città, Sacca, Civitanova, Borgo e Lancianovecchia, è stato possibile grazie alla forte volontà dell’amministrazione comunale e alla collaborazione con EcoLan, società a capitale pubblico della quale il Comune di Lanciano è socio maggioritario.

Come si sa il servizio di consegna dei mastelli necessari al conferimento dei rifiuti è stato affidato dal Comune alla società Eco.Lan e si sta svolgendo, dal 17 dicembre scorso, nella struttura comunale del Parco Diocleziano, come comunicato in conferenza stampa e tramite volantinaggio alle singole utenze interessate. Il kit di mastelli è stato già fornito a circa 800 famiglie sulle 900 totali, coprendo il 90% degli utenti,  ed è ancora possibile recarsi a ritirarlo in via per Frisa (orari: lun-sab  8:30/13 e lun, mer, ven 15/18). Attualmente gli operatori della Eco.Lan si stanno occupando delle consegne dei kit alle attività commerciali, dove si recano personalmente a concordare la tipologia di mastelli necessari per ciascuna utenza non domestica. Inoltre è attivo il numero verde 800 020229 al quale i cittadini si possono rivolgere per avere informazioni circa la fornitura dei contenitori e dove è possibile segnalare eventuali utenti impossibilitati a raggiungere la struttura adibita, ai quali gli operatori stanno già effettuando numerose consegne a domicilio.

La fornitura dei calendari con i passaggi settimanali per il ritiro delle diverse frazioni di rifiuto spetta, come da appalto, alla ditta Rieco, la stessa che si occupa attualmente della raccolta domiciliare.

I calendari sono stati recapitati dalla Rieco al punto di consegna dei mastelli, presso il Parco Diocleziano, soltanto il 13 gennaio, a due giorni dell’avvio del servizio, causando non pochi disagi a quanti avevano già ritirato il materiale. Per rimediare gli operatori della Eco.Lan hanno consegnato, dove possibile,  i calendari a domicilio e attualmente sono disponibili anche on- line sul sito del Comune.

“Grazie all’impegno della Eco.Lan. le famiglie in possesso del materiale all’avvio del servizio erano già circa 800 e attualmente il Comune ha messo a disposizione al Diocleziano anche le buste biodegradabili – spiega l’assessore all’ambiente Davide Caporale -.  Al momento sono ancora presenti in strada le isole ecologiche, perciò ritengo sia normale che in pochi abbiano esposto i mastelli nei primi giorni di servizio. Siamo orgogliosi di aver finalmente raggiunto questo traguardo e abbiamo ricevuto l’approvazione e i complimenti di molti cittadini. E’ un cambiamento importante e bisogna  affrontare insieme i piccoli disagi che la fase iniziale può comportare, specie nel centro storico. Tra sei mesi almeno, quando il sistema sarà a regime, potremo valutare i primi risultati, per il momento è necessario l’impegno e la disponibilità di tutti per raggiungere un risultato ottimale”.

Il responsabile del servizio per la EcoLan, Gabriele Di Pietro, aggiunge: “Il sistema delle isole ecologiche, dapprima in vigore, è fallito: attualmente Lanciano conferisce troppi rifiuti indifferenziati in discarica, sui quali tra l’altro paga una sovrattassa proprio perché è al di sotto del 65% di raccolta differenziata. Attualmente, oltre al punto di fornitura dei mastelli attivo da un mese, siamo in giro per la città a verificare le esigenze dei cittadini e delle attività commerciali. Come EcoLan crediamo nell’informazione e nel coinvolgimento dei cittadini e puntiamo ad innalzare il loro senso civico perché, se adeguatamente informati, sanno essere più efficienti delle migliori amministrazioni pubbliche”.

Alla Eco.Lan è affidata anche la campagna informativa  riguardo le modalità di raccolta differenziata, per la quale si sono già tenuti  tre incontri pubblici nei mesi di dicembre e gennaio che verranno a breve replicati. Il prossimo appuntamento è, invece, dedicato ai gestori di attività non domestiche che sono invitati a partecipare lunedì 19 gennaio alle ore 21 presso la Sala Mazzini per ricevere informazioni pratiche su come differenziare ed esporre eventuali dubbi e problematiche.

Dopo Sacca, Civitanova, Borgo e Lancianovecchia, nelle prossime settimane il servizio si estenderà nei quartieri Fiera, di Via del Mare e Olmo di Riccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *