Droga e furti: polizia e carabinieri recuperano 500gr di cocaina e scoprono i ladri

Una pattuglia della Squadra Volante del Commissariato di Vasto, a seguito di diverse segnalazioni, nei giorni scorsi ha effettuato un controllo presso un’abitazione in via Pescara, a Vasto che ha permesso di accertare che un’abitazione situata in un condominio era rifornita con energia elettrica e idrica sottratte alle reti pubbliche. Durante il controllo dei contatori, un uomo, di nazionalità rumena veniva identificato quale affittuario dell’appartamento in questione ed il medesimo riferiva di possedere regolare contratto d’affitto e di essere in regola con il pagamento delle bollette. I successivi controlli effettuati dagli agenti consentivano però di smentire le dichiarazioni dell’uomo, poiché nei vani dove erano posti i contatori, chiusi con un filo di ferro, gli operatori riscontravano la presenza di  un contatore della luce visibilmente manomesso e non funzionante ed un contatore dell’acqua sostituito da un tubo “allacciato” alla rete idrica pubblica. Gli accertamenti esperiti dalla Squadra Volante venivano comunicati  alle società S.A.S.I. ed ENEL, che si occupano rispettivamente dell’erogazione pubblica di acqua e luce, i cui tecnici riscontravano la manomissione di entrambi i contatori diretta ad appropriarsi indebitamente e gratuitamente di acqua e luce. L’uomo, identificato per M.M., di anni 54, con diversi precedenti di Polizia, soprattutto per reati contro il patrimonio, veniva per questi motivi deferito all’autorità giudiziaria per il reato di furto aggravato.

A Pescara, la polizia di Stato, nel corso di un’operazione per la prevenzione e la repressione del traffico di sostanze stupefacenti, a seguito di perquisizione domiciliare d’iniziativa, ha proceduto all’arresto in flagranza di reato Miriana Spinelli, 19 anni, residente a Cappelle Sul Tavo  trovata in possesso di 100 grammi di eroina e di un bilancino di precisione. La Spinelli è stata ristretta agli arresti domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria.

I carabinieri della Stazione di Torino di Sangro sono riusciti a bloccare mentre rubavano ad bancomat e prelevano denaro contante di alcuni istituti di credito. un 21enne di Vasto ed un 49enne di Paglieta, entrambi noti alle forze dell’ordine, che dovranno ora rispondere dei reati di furto aggravato e utilizzo fraudolento di carte di credito. Distinti gli episodi che li hanno visti protagonisti. Come accertato nel corso delle indagini degli uomini dell’Arma il primo, il mese scorso, aveva infranto il finestrino di un’auto parcheggiata il località “Le Morge” di Torino di Sangro e, dopo essersi impossessato della somma di 150 euro in contanti e una carta bancomat lasciati incustoditi, aveva utilizzato quest’ultima per prelevare, in modo fraudolento, altri 500 euro presso alcuni istituiti di credito di Vasto. Diverso l’episodio che aveva invece visto protagonista l’altro denunciato. Il 49enne, lo scorso dicembre 2014, era riuscito ad impossessarsi della carta bancomat di un suo parente e l’aveva poi utilizzata per prelevare la somma contante di 500 euro presso alcuni istituti di credito di Lanciano .

Denunciato a piede libero, con l’accusa di furto aggravato, anche un 49enne della provincia di Lecce che, lo scorso ottobre 2014, nell’area di servizio Sangro Ovest, aveva rubato il portafogli, con all’interno 900 euro in contanti, ad un avventore di 40 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *