Polizia e carabinieri in azione a Teramo, Pescara, Vasto e San Salvo

Un arresto per evasione, due denunce per ricettazione, una per guida senza patente con sanzione amministrativa per mancanza di assicurazione, due ritiri di patente per test salivare positivo alle droghe e 42 infrazioni accertate al Codice della Strada.

Sono i risultati del servizio di controllo del territorio attuato dalla polizia stradale di Teramo.L’arresto e’ scattato a carico di A.M., 43 anni residente a Silvi (Teramo), sorpresa in sella a un ciclomotore, con targa poi risultata rubata, lungo la Strada statale 16, incurante dell’ordinanza del Tribunale di Sorveglianza di L’Aquila che ne aveva disposto la detenzione domiciliare speciale. La stessa e’ stata denunciata per ricettazione di targa rubata ed e’ risultata positiva al controllo salivare per l’assunzione di sostanze stupefacenti. Un tunisino di 36 anni, alla guida di un Fiat Ulisse e’ stato denunciato per ricettazione: trasportava merce poi risultata rubata (2 computer e 7 biciclette).

A Vasto, personale del Commissariato P.S. ha denunciato in stato di libertà un uomo di 46 anni  per furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito. un dipendente di una ditta deputata allo smaltimento di rifiuti, che dopo aver effettuato il pieno di carburante ad un mezzo dell’azienda, all’indomani riscontrava che lo stesso veicolo, stranamente, era stato rifornito una seconda volta. Insospettito della situazione riscontrata, riferiva il tutto al responsabile di settore, il quale notiziava l’Amministratore delegato dell’azienda che presentava denuncia presso questo Commissariato di P.S. Gli accertamenti effettuati dal personale della Squadra Volante di questo Commissariato, consentivano di verificare che un altro dipendente dell’azienda si era appropriato indebitamente della card, utilizzata dalla ditta per effettuare rifornimenti di carburante per gli automezzi di servizio, al fine di trarne vantaggio personale. Dalle immagini esaminate dalla Polizia Scientifica, estrapolate dal circuito di videosorveglianza in dotazione al distributore dove veniva effettuato l’illecito rifornimento, infatti, si identificava inequivocabilmente un dipendente della ditta, autore del reato, che, una volta arrivato sul posto con la propria autovettura, utilizzando la carta – carburanti sottratta all’azienda, riempiva di carburante alcune taniche, per l’ammontare di 232 euro, allontanandosi immediatamente. L’uomo, identificato per P.D., incensurato, per i fatti sopra esposti, veniva denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria per i reati di furto ed indebito utilizzo di carte di credito.

A San Salvo, i Carabinieri della stazione, con la collaborazione dei colleghi della Compagnia di Vasto, hanno deferito alla Procura della Repubblica competente due soggetti per furto e ricettazione. A seguito di mirata attività investigativa condotti dagli uomini dell’Armalo scorso 20 febbraio, venivano deferiti all’A.G. di Vasto, P.S. di anni 30 e T.V. di anni 35 entrambi di San Salvo i quali si sono resi responsabili di una serie di furti in appartamento compiuti presso i residence dislocati nella marina di San Salvo. In particolare,  da alcuni giorni i militari tenevano sotto osservazione gli odierni indagati controllando, contestualmente nelle ore notturne, il territorio di Vasto Marina e San Salvo Marina. Le indagini si concludevano quando i carabinieri, a seguito di perquisizione locale eseguita in uno dei garage in uso agli indagati, recuperavano molta merce rubata e segnatamente: apparecchiature elettroniche varie, televisori, climatizzatori e altro materiale elettrodomestico. Al momento, gli uomini dell’Arma già stanno riconsegnando alle vittime molta della merce recuperata.

Personale della Polizia di Stato, nella giornata di ieri, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di L’Aquila, ha arrestato Salvatore Stella, di Francavilla al Mare, 46 anni, dovendo espiare la pena di mesi tre di reclusione in detenzione domiciliare, per il delitto di maltrattamenti in famiglia. La Polizia ha tratto in arresto Gianluca Labarile, genovese,45 anni, residente a Pescara, pregiudicato, per il reato di evasione. L’uomo è stato sorpreso nella serata di ieri mentre percorrevano via Rieti mentre usciva da un esercizio commerciale. Lo stesso essendo noto per i suoi trascorsi giudiziari veniva identificato: dal controllo risultava essere sottoposto al regime di detenzione domiciliare, con il permesso di assentarsi giornalmente nelle ore mattutine,  per lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *