Truffe online scoperte dalla polizia a Vasto. Droga: un arresto a Pratola Peligna

Dopo varie segnalazioni giunte al Commissariato di P.S. di Vasto, gli agenti del Settore Anticrimine hanno intrapreso mirate indagini dirette a contrastare la commissione di reati informatici. Con la collaborazione di altri uffici di Polizia presenti in altri ambiti territoriali, queste hanno riguardato due distinti reati. Nel primo caso il reo aveva attivato un “account” sul noto sito internet “Elleshop.it”, all’interno del quale proponeva la vendita di un telefono cellulare di ultima generazione come, per euro 430, prezzo assolutamente allettante. La vittima, interessata all’acquisto, si poneva subito in contatto con il proponente concordando il pagamento sulla carta Postepay del venditore che naturalmente forniva tutte le coordinate necessarie per effettuare il versamento. Dopo aver effettuato il versamento, non vedendosi recapitare la merce acquistata, la vittima cercava di contattare nuovamente il venditore che nel frattempo aveva provveduto ad interrompere ogni forma di contatto, rendendosi irreperibile. A seguito delle indagini veniva identificato il possessore della carta che risultava essere S.C. trentacinquenne di Napoli gravato da diversi precedenti di Polizia. La Polizia è riuscita a risalire all’autore del reato attraverso accertamenti esperiti sulla carta di credito e sul conto corrente ove era confluita la somma di denaro.

Nel secondo caso, sfruttando la notorietà di un sito di compravendita, il truffatore era riuscito a vendere 4 cerchi in lega per auto, al costo di 280 euro. Anche in questo caso la merce non era giunta a destinazione ed il venditore risultava subito dopo l’avvenuto pagamento, irreperibile.

Gli accertamenti effettuati dalla Polizia, subito dopo la denuncia della vittima, hanno evidenziato che l’autore del fatto aveva moltissimi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e in particolare per truffe, perpetrate con le stesse modalità. Il truffatore veniva identificato per M.G., di anni 25, residente nel pescarese. In entrambi i casi descritti gli autori sono stati deferiti all’A.G. per il reato di truffa.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri dei Sulmona hanno arrestato un 47enne sorpreso in possesso di 5 dosi di sostanza stupefacente verosimilmente di tipo eroina. I militari, mentre svolgevano un normale servizio di controllo del territorio a Pratola Pelgna, hanno intravisto l’arrestato in compagnia di una ragazza del luogo. Al momento del controllo i due stavano per entrare nella vettura di proprietà dell’uomo. Alla richiesta dei documenti il 47enne ha mostrato visibile nervosismo che ha indotto i carabinieri a procedere ad una perquisizione prima personale nei suoi confronti e poi veicolare. All’interno della macchina erano occultate, ma di immediata disponibilità, 5 dosi di stupefacente ed altro materiale che sarebbe servito a confezionarne altre dosi. Gli investigatori hanno quindi provveduto ad effettuare una perquisizione domiciliare a casa del 47enne che, però, è risultata negativa. A quel punto i militari hanno proceduto all’arresto dandone notizia al magistrato di turno della Procura presso il Tribunale di Sulmona che ha disposto gli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *