Traffico internazionale di droga dall’Olanda in Italia attraverso la Val di Sangro stroncato dalla polizia

 

Toccava anche Lanciano un traffica di droga che si sviluppava sull’asse Amstardam-Roma. Nell’operazione internazionale denominata “Orange Horse”, portata a termine dal Compartimento Polizia Stradale della Capitale con la collaborazione della Polizia Olandese e la della Polstrada di Chieti-Lanciano sono state eseguite 18 misure di custodia cautelare in carcere, emesse dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma Elvira Tamburelli. E’ stata sgominata un’associazione a delinquere dedita al traffico di droga, riciclaggio di auto di lusso e traffico di armi. Sono stati sequestrati quintali di stupefacente. Scoperto un sistema per evitare le attenzioni della polizia. La droga, marijuana in particolare veniva trasportata con furgoni in Val di Sangro per poi essere trasportati all’interno di borse e valige da persone insospettabili, come donne in compagnia di minori, su autobus di linea in partenza da Lanciano e diretti a Roma. Una misura cautelare è stata eseguita a Bomba, nei confronti di un 32enne, appartenente al sodalizio criminoso che aveva compiti specifici, unitamente ad altre due persone (residenti a Pennadomo e arrestati a Roma) che controllavano il transito della droga nel territorio Frentano ed avevano il compito di gestire autonomamente anche lo spaccio locale.

Sono state  eseguite anche perquisizioni in Pennadomo, Bompa e Piane D’Archi con l’ausilio dei cani cinofili della Questura di Pescara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *