A L’Aquila s’inaugura la Casa Ozanam-San Vincenzo

Si terrà sabato 14 marzo, nella città de L’Aquila, l’inaugurazione di Casa Ozanam-San Vincenzo, centro per l’accoglienza e l’ospitalità di studenti universitari, nonché luogo di incontro dei giovani con il mondo del volontariato.

La manifestazione prenderà il via alle 15.30 con un corteo silenzioso, partendo da piazza Battaglione degli Alpini, con un percorso lungo le vie della città fino alla Casa dello studente crollata a causa del terremoto, dove si terrà un breve momento di preghiera. Alle 17 ci si recherà quindi in via Nicola Moscardelli 16/b, dove sorge Casa Ozanam-San Vincenzo, per l’inaugurazione, presieduta da monsignor Giuseppe Petrocchi, vescovo de L’Aquila. In concomitanza con l’inaugurazione, verrà scoperta una targa commemorativa intitolata alle due giovani vittime del crollo.

Dopo un percorso a volte tortuoso, si è finalmente giunti a concretizzare il progetto che la Società di San Vincenzo De Paoli aveva messo in cantiere, con i fondi raccolti in Italia ed all’estero, per sostenere la città de L’Aquila dopo il terremoto.

Il progetto, intitolato significativamente a due studenti che hanno perso la vita durante il terremoto nel crollo della Casa dello studente (Francesco Maria Esposito, figlio di un nostro vincenziano aquilano, e la sua fidanzata Angela Antonia Cruciano), non può essere in modo riduttivo ricondotto alla semplice ospitalità di studenti universitari fuori sede o pendolari.

Si tratta infatti di un vero e proprio Centro polifunzionale, come era fin dall’inizio negli intenti della San Vincenzo, realizzato con i fondi raccolti a favore della popolazione de L’Aquila colpita dal sisma. Un luogo che vuole promuovere e offrire servizi nello spirito, nello stile e nella metodologia di azione proprie del carisma vincenziano, favorendo la conoscenza e la visibilità della nostra Associazione.

Nella casa sono ospitati già da ottobre 2014 cinque studenti universitari che sono stati segnalati dai vincenziani d’Abruzzo e delle regioni limitrofe che si stanno impegnando a interagire con la Società di San Vincenzo in percorsi di solidarietà sociale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *