Tour operator di 14 Paesi a Lanciano per la 25^ edizione di Ecotur

Il prossimo 10 aprile, nell’auditorium Diocleziano, prenderà il via  l’edizione 2015 di Ecotur, la 25^ borsa internazionale del turismo natura promossa da Confesercenti, presentata oggi a Pescara nella sede della Regione Abruzzo.

Un’edizione speciale che nei fatti sarà il trampolino di lancio di un 2015 dalle grandi attese per il mercato turistico e per il segmento al quale da sempre guarda Ecotur.

«L’agroalimentare, storico alleato del turismo natura, sarà il motore di Expo Milano 2015 – sottolinea il presidente di Ecotur Enzo Giammarino – ed alla sua conclusione inizierà l’Anno santo promosso da papa Francesco, dando smalto a quel turismo culturale e religioso che sta crescendo in termini considerevoli proprio in quell’Italia minore e nascosta che è la spina dorsale del nostro turismo verdeblu. Il 2015 è l’anno del turismo innovativo e Ecotur sarà l’hub, la piattaforma per dare corpo alla domanda crescente di turismo in Italia».

«Il turismo natura è una carta vincente per l’Italia e l’Abruzzo è fiero di ospitare una manifestazione che aiuta la nostra offerta turistica a incontrare la domanda proveniente dai principali mercati europei – ha aggiunto l’assessore regionale al bilancio Silvio Paolucci – con la partita di Expo 2015 le caratteristiche di Ecotur diventano strategiche per le imprese turistiche italiane ed abruzzesi: che Ecotur si tenga nel cuore della Regione dei parchi sarà un valore aggiunto per l’intera filiera».

I primi numeri lo confermano: nel giorno del «b2b», ovvero della borsa di prodotto dedicata a parchi, riserve, mare e borghi, si sono già accreditati tour operator internazionali provenienti da 14 Paesi: oltre all’Italia, ci saranno operatori di Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Lituania, Norvegia, Olanda, Polonia, Russia, Spagna ed Ungheria.

«Si tratta proprio dei mercati più interessanti per l’offerta italiana – aggiunge Giammarino – segno che anche nel 2015 Ecotur confermerà la sua vocazione di borsa estremamente produttiva per le strutture ricettive che si stanno già accreditando al workshop in numeri crescenti».

Nel corso della manifestazione verranno presentati anche i numeri del Rapporto Ecotur sul Turismo Natura in Italia, curato da Istat, Enit, Università dell’Aquila e Osservatorio Ecotur con il coordinamento scientifico del docente universitario Tommaso Paolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *