Rifiuti: Treglio punta sulla raccolta differenziata

Punta sulla differenziata il Comune di Treglio. “La nostra raccolta – spiega il sindaco Massimiliano Berghella – al momento è al 48,5%, distante dagli obiettivi di legge fissati al 65% , che, comunque, con una serie di azioni incisive, ci prefiggiamo di raggiungere al più presto. Perché la differenziata di qualità aiuta l’ambiente e fa risparmiare casse pubbliche e cittadini”.

Ed è mirando a questo obiettivo che l’amministrazione sta avviando una campagna di sensibilizzazione. “Siamo convinti – continua il primo cittadino – che la riuscita del servizio di raccolta differenziata, che deve diventare efficace ed efficiente,  non possa prescindere dal coinvolgimento attivo e dalla corretta informazione dei cittadini, attori principali nella filiera dei rifiuti, per ciò abbiamo ritenuto necessario potenziare il nostro impegno nella comunicazione”. E’ stata realizzata una brochure “DifferenziAMO Treglio”, inviata a tutte le famiglie, nella quale vengono illustrate le modalità di raccolta, come ridurre i rifiuti, come riusare, come riciclare, come separare e rispettare il calendario di raccolta. Qui è anche indicato un numero verde a cui rivolgersi i caso di necessità: 800410644. La brochure è accompagnata da una lettera del sindaco. “In cui viene fatto presente – riprende Berghella – che la Tari, la tassa sui rifiuti che ha preso il posto della vecchia Tares, è finalizzata ad assicurare la copertura totale del costo del servizio di igiene urbana ed è proporzionale alla quantità di pattume indifferenziato che conferiamo in discarica. Dunque è necessario differenziare di più e meglio. Noi, come amministrazione, siamo decisi a implementare il servizio e a garantire una maggiore efficienza, che incida positivamente anche sulle tariffe”. Il 27 marzo prossimo, alle 18, presso il Salone comunale, ci sarà il primo incontro pubblico, a cui prenderanno parte amministratori e Consac srl, per spiegare come differenziare in maniera corretta. “I cittadini – conclude Berghella – sono invitati a partecipare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *