Evasione dai domiciliari e rapina, due arresti a Pescara

La Polizia di Stato di Pescara ha arrestato un 30enne di origini teatine, G. A. per il reato di evasione dagli arresti domiciliari. Nella fattispecie, un equipaggio della Volante in transito su questa via Tavo, procedeva al controllo di due persone a bordo di autovettura verificando che il conducente era sottoposto alla misura della detenzione domiciliare nel comune di Vacri. L’uomo veniva quindi tratto in arresto e  su disposizione del P.M. di turno, trattenuto presso le locali camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo che verrà celebrato nella mattinata odierna.

Nella serata di ieri la Polizia ha arrestato un diciannovenne rumeno, T.G.I., per rapina. Personale della Squadra Volante interveniva nella Strada Parco ove  era stato fermato un giovane che, poco prima, aveva effettuato una rapina in danno di una donna di 57 anni.  La vittima riferiva che, mentre faceva rientro a casa ed era intenta a parlare al cellulare, veniva sopraggiunta alle spalle da un giovane che la afferrava da dietro, le copriva la bocca con una mano e la faceva cadere, asportandole il telefono cellulare, poi si dava alla fuga. Le urla della donna facevano intervenire un agente della Polizia di Stato, fuori servizio, che bloccava il malvivente  che nel frattempo era rimasto impigliato mentre  cercava di  scavalcare una cancellata. L’uomo veniva quindi tratto in arresto e su disposizione del P.M. di turno, trattenuto presso la questura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *