Lanciano, arrestato borseggiatore. Ricercato il complice

Indentificati dalla polizia di Lanciano gli autori del furto di un borsello ai danni di un anziano verificatosi alcune settimane fa. Si tratta di G.T., di Lanciano, raggiunto oggi da una ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal GIP Massimo Canosa su richiesta del PM Anna Benigni.

Un arresto alquanto concitato: l’uomo, alla vista degli agenti ha tentato di fuggire ma, dopo aver percorso alcuni decine di metri, veniva di nuovo catturato ed assicurato alla giustizia. In commissariato lo stesso inscenava un malore tanto da far intervenire in codice rosso l’ambulanza del 118, che dopo averlo accuratamente visitato, non riscontrava i malori simulati. In conseguenza di ciò G.T., è stato quindi denunciato anche  per evasione.

Oltre a G.T. la polizia cerca ora il complice. Al fermo dell’uomo si è arrivati dopo un’azione investigativa svolta nell’ambito di una più ampia attività di tutela per le fasce più deboli disposte della Questura di Chieti. Grazie alla tempestiva denuncia della persona offesa è stato possibile ricostruire in breve tempo l’esatta dinamica dei fatti e l’identità degli autori del reato. In particolare, si è accertato che uno dei due indagati aveva distratto la vittima con la richiesta di alcune informazioni, consentendo così al complice di appropriarsi del borsello dell’anziano signore contenente, tra le altre cose, la somma di circa 300€. I due, dopo aver sottratto la somma di denaro ed essersi allontanati con la loro autovettura, tornavano nelle vicinanze della vittima e con strafottente disinvoltura lanciavano il borsello vuoto, esultando di gioia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *