Pescara, ruspe in azione: abbattuta la Filanda Giammaria

Una città che perde un pezzo della sua storia non cancella il suo passato: s’impoverisce. Oggi infatti, è stata abbattuta la Filanda Giammaria. Lo rende noto il comitato che era nato per salvare uno degli ultimi esempi del lavoro femminile del secolo scorso a Pescara, trasformandolo in museo. Invece “da quest’oggi finalmente Pescara può respirare aria nuova e aprire orizzonti più degni alla sua storia – si legge nel comunicato diffuso in serata da Domenico Valente, Associazione Italia Nostra . Pescara, Claudio Varagnoli ,  docente Università “G. d’Annunzio” Chieti – Pescara, Maurizio Acerbo, Partito della Rifondazione Comunista, Licio Di Biase, storico, Edvige Ricci, Associazione Miladonnambiente, Mariella Saquella, Associazione Miladonnambiente, Norina Mercuri, sindacato pensionati C.G.I.L., Geremia Mancini, Associazione Amici della Filanda, Oriano Notarandrea, A.P.C.- Regione Abruzzo, Guido Cerolini, Comitato cittadino di Forza Italia, Angela Maria Appignani,  Archivio di Stato, Antonello De Berardinis, Archivio di Stato, Adriana Avenanti, Associazione Italia Nostra . Pescara, Anita Boccuccia, Associazione Ville e palazzi dannunziani, Loredana Di Paola, WWF  Pescara, Francesca Ciafardini, Partito Democratico – Pescara, Roberto Ettorre, Partito Sinistra e Libertà – Pescara, Alfredo Mantini, Comitato Abruzzese del Paesaggio, Andrea Iezzi, Comitato Abruzzese del Paesaggio, Erika Alessandrini, Consigliere comunale Movimento 5 Stelle, Giancarlo Odoardi, Associazione Pescarabici, Stefania Sant’Angelo,  Accademia Musicale Pescarese, Antonella De Cecco, Comitato “Oltre il Gazebo –No Filovia”, Nella Vignati, Comitato “Stop al cemento”, Antonella Ciancaglini, Comitato “20.000 metri cubi”, Claudio Ferrante, Associazione “Carrozzine determinate”, Camillo Chiarieri, Guida  turistica, Alberto Camiscioni, Associazione “Libertà e Giustizia”, Annateresa Rocchi, I.T.C.G.T. “T.Acerbo”, Erika Alessandrini, Movimento 5 Stelle, Massimo Palladini, I.N.U. Abruzzo e Molise, Piero Ferretti, Italia Nostra – Pescara -. Forse non quella con la S maiuscola, ma certo con la “s” di più antica consuetudine. In mezz’ora di lavoro pomeridiano, un paio di ruspe ha levato di mezzo, in un nugolo di polvere, due edifici residuali dell’ex Filanda. Nessuna ordinanza comunale le ha fermate, offrendo nuovi orizzonti a nuovi palazzi. Ci mancavano. Il 25 aprile lo festeggeremo così, liberati della “memoria” della storica filanda e del passato operaio di migliaia di donne pescaresi…; liberati di un’area verde che poteva divenire nucleo di un pericoloso spazio urbano dedicato alla cultura e alla socialità… Evviva quindi. E ad majora”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *