1° Maggio in Abruzzo

Si concluderà con l’esibizione di Giuliano Palma la Festa del Lavoro a Pescara. Il cantante dei Bluebeaters e dei Casino Royale si esibirà in piazza Salotto alle 21, ma la giornata sarà accompagnata dallo spettacolo e dai temi del sociale e del lavoro, già dal pomeriggio. Alle 17 è infatti prevista l’esibizione di cinque band locali che faranno cover e pezzi propri. Si tratta di gruppi del territorio pescarese e di area vasta, ma ben conosciuti anche fuori dai confini regionali, quali: Nuvole di Rock (cover band dei Modà), Jamiroplay (musicisti dall’anima funk, soul, Acid Jazz e Funky), Ummo (notissimi per la natura “extraterrestre” della loro musica indipendente), Dianime (indie rock) e Le stanze di Federico (pop, rock, funky e soul che si esibirà anche a Chieti sempre venerdì).

Le Stanze di Federico sul palco del primo maggio a Chieti e a Pescara

La loro musica è fresca, frizzante; i testi delle loro canzoni diretti e veri… Sono Le stanze di Federico, la band abruzzese di Miglianico, formata da quattro ragazzi appassionati e dediti alla musica a 360 gradi. In un contesto estroso e creativo, quello delle stanze “reali” dove la band si muove creando, inventando e… vivendo, nascono i cinque singoli: “Così come sei”, “Satelliti”, “Come il sole”, “Mi manchi”, e “Direzioni”, ma è grazie a “Italiano Medio”, omaggio al primo lungometraggio firmato Maccio Capatonda che la band inizia a sentire aria di cambiamenti. Con il brano, apprezzato dallo stesso Maccio e da più di 4mila fan che lo hanno votato sul web, la band è arrivata tra i 12 finalisti al Contestaccio di Roma, un concorso nato per dare spazio alla musica emergente e ai giovani artisti, e dare loro la possibilità di salire sul palco di San Giovanni a Roma, il primo maggio. Le stanze di Federico sono riusciti a distinguersi sul palco del Contestaccio, coinvolgendo il pubblico presente e ottenendo un’ottima recensione da parte della giuria di qualità che ha evidenziato altri aspetti del mondo di Federico meritevoli di considerazione. La band di Miglianico è stata infatti apprezzata non solo per la sua performance sul palco, ma anche per molti altri “prodotti extra settore (mettiamola così) che danno la misura dell’ambizione della band pescarese”, scrive Fabrizio Galassi, giornalista e giurato al contest di Roma. Galassi si riferisce in modo particolare alla “serie de Le stanze di Federico”, ovvero divertenti parodie di stralci di vita vissuta quotidianamente dai quattro ragazzi. Un modo insolito e originale di tirare fuori una creatività che emerge sotto mille sfaccettature. Le Stanze di Federico, (Federico Galli voce, Piero Garone alla chitarra, Alessandro Alma Mazzola alla batteria, Fabrizio Spinelli al Basso) si esibiranno il primo maggio a Chieti accanto ai Blastema e Après La Classe, e a Pescara, prima dell’artista Giuliano Palma.

Anche Enrico Venti al Primo Maggio Chieti Scalo

Cresce ancora il già corposo programma del Primo Maggio Chieti Scalo. A darne la notizia il Comune di Chieti, Assessorato alle Politiche Giovanili, e Music Force. Sarà Enrico Venti a ritirare il consueto premio che tutta l’organizzazione del “Concertone d’Abruzzo”, ogni anno, assegna ai teatini che si sono distinti nel corso dell’anno per iniziative degne di merito e che portano alto il nome di Chieti nel mondo. Quest’anno tocca a Marcello Macchia, in arte Maccio Capatonda, ed Enrico Venti, in arte Ivo Avido, rispettivamente regista e interprete il primo, interprete e produttore il secondo, del film campione d’incassi “Italiano Medio”. La pellicola, che è uscita nelle sale a gennaio scorso e che in soli quattro giorni ha registrato un incasso pari a 2 milioni di euro, è una parodia della società italiana. Una comicità unica, fatta di paradossi e parodie contro i vizi, gli stravizi, i narcisismi e gli egoismi dell’italiano medio in un solo film. Una scelta di contenuti geniale che ha portato alla consacrazione del successo del regista Capatonda. E la sua fama e la sua popolarità sono ampiamente riconosciute, assieme a quelle dell’amico Enrico Venti,  dalla sua città e dagli organizzatori del Primo Maggio Chieti Scalo che esprimono grande soddisfazione per le due eccellenze del territorio e le premiano con un riconoscimento che vuole essere il volano di futuri e più grandi successi. A ritirare il premio sarà proprio Enrico Venti che, poco prima della chiusura affidata agli Apres La Classe, salirà sul palco del “Concertone d’Abruzzo”. Un evento, quello del Primo Maggio Chieti Scalo, non solo musicale ma anche di forte e concreti contenuti; non  a caso lo slogan scelto per l’edizione 2015 è “lavoro e/è dignità”, un monito forte e deciso che, se da un lato rispecchia decisamente il difficile momento storico che la società italiana sta vivendo, dall’altro crea una speranza tangibile di un futuro migliore e più consapevole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *