Omicidio Orlando: preso il presunto killer

Era disteso su una panchina di una abetaia, stanco. I carabinieri di Pineto lo hanno avvicinato e dopo averlo idntificato lo hanno arrestato. E’ finita così la fuga di Giovanni Grieco, il presunto assassino del pasticciere Giandomenico Orlando ucciso a coltellate stamane a Pescara nel suo locale di via Puccini. . Attualmente Grieco si trova nella camera di sicurezza della stazione carabinieri. Dopo la cattura del 42enne, in fuga per 8  ore, a Pineto sono giunti il questore di Pescara Paolo Passamonti e i sostituti procuratori di Pescara e Teramo Rosangela Di Stefano e Silvia Scamurra.

A Pineto, Grieco sarebbe giunto in treno. La polizia, infatti, ha trovato e sequestrato in via Isonzo, a Pescara l’auto dell’uomo, che è stato sottoposto a fermo per il reato di omicidio, che l’arma usata per uccidere Orlando, rivenuta però in un cassonetto della carta situato in via Carducci, nei pressi dell’ufficio postale. E’ una lama di grosse dimensioni che ha come manico una noccoliera. Nel pomeriggio di oggi la mamma di Grieco è stata condotta in ospedale, nel reparto di pschiatria, per le intemperanze che hanno fatto seguito alla brutale aggressione di stamane, avvenuta sotto casa della donna.

Grico, sentito dai magistrati, si è rifiutato di parlare. E’ in stato confusionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *