“Fonte di Venere” a Fossacesia in attesa di fondi per essere restaurata

Sotto il muraglione dell’abbazia di San Giovanni in Venere rivolto verso il mare, abbandonata e seminascosta dai cespugli da centinaia di anni, c’è l’antichissima “Fonte di Venere” la cui costruzione risale all’epoca romana. Per raggiungerla non è difficile, ma è necessario sapere con esattezza dove accedere per arrivare alla struttura. Partendo dall’abbazia, e percorrendo il marciapiede in discesa che porta al parcheggio sottostante, a circa cento metri dal monastero bisogna entrare in un viottolo posto a sinistra della strada. Dopo alcune decine di metri si giunge a destinazione.

Fonte di Venere (interno)

Fonte di Venere (interno)

All’antica fonte è comunque possibile arrivarci anche dopo aver percorso la curva a U della strada che conduce alla marina di Fossacesia. Dopo un centinaio di metri si intravede a sinistra la fonte, la quale è raggiungibile comodamente dalla strada salendo su un piccolo rialzo di terra. Una volta arrivati ci si trova dinanzi ad una piccola costruzione in pietra di forma pressoché rettangolare. Sul lato più corto c’è un’apertura chiusa da un cancelletto di ferro, mentre sul lato più lungo, posto fuori terra, si notano delle piccole fessure realizzate probabilmente per consentire il drenaggio delle acque piovane. Dal cancelletto è possibile osservare l’interno della fonte romana, costituita da due vasche in pietra piene di acqua proveniente da una vicina sorgente naturale ancora attiva. La volta della struttura è in gran parte a botte, dove si notano due fori circolari dai quali probabilmente un tempo si calavano i secchi legati alle funi per attingere l’acqua ancora oggi presente nelle vasche. Secondo un’antica tradizione pagana, praticata fino alla metà del XX secolo, le donne desiderose di concepire un figlio si recavano ad attingere l’acqua che sgorgava, e sgorga ancora oggi dalla fonte.

Oggi la struttura è in grave stato di degrado ed è  quindi abbisognevole di un accurato lavoro di restauro. A tal proposito il Comune di Fossacesia ha avviato nei mesi scorsi un progetto di recupero e valorizzazione della Fonte di Venere, per il quale è stato già richiesto un finanziamento alla Regione Abruzzo. L’auspicio è che il progetto venga finanziato al più presto e si arrivi in tempi rapidi alla ristrutturazione dell’antica fontana, in modo che la stessa possa essere finalmente fruibile al pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *