240 alunni di Pineto a contatto con le bellezze dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano

Nell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano tantissima partecipazione oggi per la manifestazione EcoSolidale organizzata dal Parco Marino in collaborazione con il Comune di Pineto, le Guide del Cerrano e del Pros Onlus. Ai 240 alunni delle dieci classi dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII capitanati dall’insegnante Amalia Tartaglia e numerosi altri insegnanti, si sono aggiunti comuni cittadini e molti aderenti ad associazioni di volontariato, tra le quali ‘Pineto cammina’.

“C’è stato un sodalizio perfetto tra solidarietà ed ecologia – ha detto emozionata l’insegnante Tartaglia. – Abbiamo dato agli alunni la possibilità di raggiungere chi ci sta più vicino: la natura e l’uomo, ripulendo l’ambiente in cui viviamo e aiutando con contributi alla ricerca chi è meno fortunato di noi”.

Come da programma, complice il meteo favorevole nonostante le previsioni, gli alunni delle prime seconde e terze sono partiti dalla Scuola per dirigersi allo stabilimento Nelide. La passeggiata di solidarietà è stata il simbolo di un messaggio ben più ampio e compreso appieno dagli alunni e dalle loro famiglie. La manifestazione, nata qualche anno fa come Walk of life, si è trasformata nel nome mantenendo immutato l’obiettivo di sensibilizzazione nei confronti della ricerca contro le malattie genetiche. Poi, la passeggiata solidale è diventata ecologica e i ragazzi, dopo aver ricevuto una breve lezione di educazione ambientale dalle Guide del Cerrano hanno intrapreso con gran lena la pulizia dell’attraente pineta, mentre gli altri volontari si sono dedicati alla pulizia della spiaggia, arrivando fino allo Chalet del Parco dove sono stati rimossi i rifiuti, che a causa dell’incuria e maleducazione di pochi deturpavano l’ambiente e il delicato sistema dell’Area marina.

Al termine della mattinata, il gran finale alla Torre: una terrazza gremita all’inverosimile dai giovani studenti con indosso la maglietta della passeggiata per la vita, che hanno ascoltato con attenzione l’intervento del Presidente Benigno D’Orazio che li ha ringraziati incentivandoli a farsi portavoce dei messaggi di solidarietà e cultura ambientale.

“L’esperienza ci ha dimostrato – ha detto D’Orazio – quanto gli studenti siano molto ricettivi e per noi, che spesso dobbiamo confrontarci con comportamenti irragionevolmente non rispettosi del decoro ambientale, rappresentano una speranza per il futuro. Per questo motivo, l’educazione ambientale nelle scuole è per l’AMP Torre del Cerrano una delle attività più importanti, che abbiamo incrementato notevolmente, conseguendo un ottimo successo, come dimostra anche l’odierna partecipazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *