Alba Adriatica: al via i lavori di adeguamento sismico della scuola primaria

Partiranno a giugno i lavori di adeguamento sismico della scuola primaria di via Duca D’Aosta, in concomitanza con la fine delle lezioni. Chiusura anticipata, scongiurata, dunque e attività didattica garantita fino al 9 giugno come da programma. Così è stato deciso nella Conferenza di Servizi di giovedì che ha visto al tavolo dei lavori i componenti dell’Amministrazione Comunale di Alba Adriatica e dell’Ufficio Tecnico per calendarizzare gli interventi di adeguamento sismico dell’edificio della scuola primaria di via Duca D’Aosta di Alba Capoluogo. Fin dall’inizio l’intento del Sindaco Tonia Piccioni e dell’Amministrazione Comunale è stato quello di accorciare al massimo i tempi garantendo contemporaneamente la sicurezza e il completamento dei lavori.

“Il programma per la messa in sicurezza dell’edificio scolastico procede speditamente – spiega il sindaco Piccioni – coerentemente a quanto deciso e predisposto in occasione dell’ultima riunione tenutasi il 21 aprile scorso, alla presenza del Dirigente Scolastico, del Presidente del Consiglio d’Istituto e di alcuni rappresentanti del Comitato Genitori. Volevamo evitare che le famiglie subissero dei disagi e ci siamo riusciti garantendo il regolare svolgimento delle lezioni”. Venerdì è partita una missiva da parte dell’Ufficio Tecnico, con la quale è stato messo a conoscenza il Dirigente Scolastico del calendario dei lavori necessari per raggiungere l’obbiettivo finale: consentire la riapertura del plesso scolastico a settembre. Così alla luce di quanto affrontato nella Conferenza di Servizi, i lavori partiranno a giugno, in concomitanza con la fine delle lezioni; in tal modo la scuola potrà regolarmente concludere le attività il 9 giugno.

“La decisione adottata – conclude il sindaco – ha il duplice obiettivo di assicurare il regolare svolgimento del calendario scolastico e garantire la sicurezza e il completamento dei lavori nel rispetto del programma dettato dall’Amministrazione Comunale, evitando di arrecare disagi agli alunni ed alle famiglie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *