Abruzzo, presentato il progetto per la pista ciclopedonale Via dei Mulini

Le opere connesse alla realizzazione della pista ciclopedonale Via dei Mulini dovranno essere appaltate entro il prossimo 31 dicembre prossimo e il tracciato si svilupperà attraverso i Comuni di Arielli, Canosa Sannita, Crecchio, Ortona e Tollo

Un’opera, finanziata dalla Regione con 1 milione 350 mila euro, affidata alla Provincia di Chieti, quale soggetto attuatore.

Una nuova iniziativa che riguarderà antichi impianti già ristrutturati o da ristrutturare in toto, che si svilupperà lungo l’asta del fiume Arielli, dalla foce alla sorgente. L’Abruzzo, insomma, sempre più impegnato a incrementare percorsi in bici o a piedi, per incrementare il turismo e per far conoscere la propria ricchezza ambientale. Una volta che verrà completato il tracciato lungo la costa adriatica, l’offerta sarà davvero unico. Per tornare alla Via dei Mulini,  il progetto è stato presentato questa mattina, a Pescara, in Regione, dall’assessore alla Programmazione, Silvio Paolucci, dal Sottosegretario alla Presidenza, Camillo D’Alessandro, e dal vice presidente della Provincia di Chieti, Antonio Tamburrino, alla presenza dei rappresentanti delle amministrazioni comunali coinvolte.

“La realizzazione del progetto presenta una duplice valenza – ha commentato D’Alessandro – visto che da un lato offre un collegamento a pettine dal mare verso l’interno e dall’altro riveste una straordinaria importanza sotto il profilo ambientale. Infatti, – ha spiegato – realizzare una pista ciclopedonale sfruttando le aste fluviali ed i vecchi tracciati ferroviari dismessi significa non solo fare manutenzione del territorio ma contribuire anche al risanamento di uno dei grandi malati del nostro territorio: i nostri fiumi”.

Del resto, come ha ribadito lo stesso assessore Paolucci, “una delle azioni prioritarie del Governo regionale è stata quella di puntare sul potenziamento dei depuratori, sia nel senso di riparare quelli non funzionanti sia nel senso di realizzarne di nuovi”.

Per raggiungere questo obiettivo, la Giunta D’Alfonso ha stanziato 150 milioni di euro mentre l’altro strumento adottato per la riqualificazione delle aste fluviali è rappresentato dai Contratti di fiume. D’Alessandro ha annunciato, altresì, la stipula di apposite convenzioni con le amministrazioni comunali interessate al fine di favorire una corretta mauntenzione delle opere. Paolucci, invece, ha voluto mettere in risalto la contraddzione emersa in questa estate: da un lato l’incremento delle presenze turistiche di circa il 25-30 per cento e dall’altro le notizie di cronaca di queste settimane che evidenziavano problematiche di balneabilità di ampi tratti del mare abruzzese. “Ecco perché – ha sottolineato Paolucci – tutti i nostri sforzi sono stati concentrati nella direzione di ripulire l’intero sistema fluviale per consegnare acque più pulite al mare che bagna le nostre coste”. La realizzazione delle piste ciclopedonali, sia quella che coprirà l’intero tratto del litorale abruzzese e che e’ inserita nel progetto “Bike to coast”, sia quelle a pettine che portano verso l’interno, rientra in una programmazione complessiva che punta a valorizzare il cicloturismo e che crea, la tempo stesso, i presupposti per allargare l’offerta turistica del territorio abruzzese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *