Viabilità, Di Giuseppantonio sollecita soluzioni a Regione e parlamentari abruzzesi

Parla espressamente di “inadeguatezza e pericolosità” della viabilità abruzzese, in generale, e di quella che attraversa la provincia di Chieti, in particolare, il sindaco di Fossacesia, ed ex presidente della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio. E per mettere mano alla situazione che “provoca danni non solo all’Abruzzo ma all’economia dell’intero Paese”, chiede al presidente della Regione Luciano D’Alfonso “di guidare una delegazione, composta da sindaci e parlamentari, per  rappresentare direttamente al Governo le condizioni intollerabili delle nostre strade”.

L’intervento di Di Giuseppantonio, non il primo per la verità, giunge dopo quanto avvenuto ieri sull’autostrada A14, tra i caselli di Pescara sud e Ortona. Un camion ha rovesciato sulle corsie quintali di pomodori, costringendo allo stop del traffico: si sono formate code incredibili, 10 chilometri in direzione Nord e i 5 chilometri in direzione Sud, in pratica, Italia divisa in due.

“La rete viaria nella provincia di Chieti, che è in uno stato pietoso e medioevale, non è  più in grado di sopportare un volume di traffico così intenso. Ogni volta che succede un incidente sull’A14, dove in alcune parti e addirittura senza corsia di emergenza – spiega  Di Giuseppantonio – va in tilt tutta la rete stradale adriatica (statale e provinciale). Regione e parlamentari devono farsi sentire a Roma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *